tour africa

13 giorni / 10 notti

Tour Camerun, Repubblica Centrafricana & Congo: La Vera Africa – Partenza esclusiva 4 Novembre 2024

da € 5.190 Voli esclusi

CREA IL TUO VIAGGIO TROVA AGENZIA
https://www.goafrique.it?p=49014
per informazioni: Go Afrique S.r.l.
via Canale, 16 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - [email protected]

Tour “La vera Africa”

Camerun, Rep. Centrafricana e Congo

Tour che combina la scoperta di tre destinazioni remote dell’Africa: Camerun, Repubblica Centrafricana e Congo.

Il Camerun si colloca nella parte equatoriale del Continente e la sua capitale è Yaoundè. È uno dei Paesi più variegati dal punto di vista culturale e naturale, tanto da essere chiamato l’Africa in miniatura. Qui, infatti, troviamo paludi, deserti, savane, foreste pluviali, spiagge bianche e vulcani attivi. Inoltre, nel Paese convivono pacificamente diverse etnie. Furono i portoghesi nel 1472 a raggiungere per primi le coste del Camerun, il controllo del territorio passò poi in mano tedesca, britannica e francese, raggiungendo l’indipendenza solo nel 1960. Le influenze del colonialismo sono ancora visibili nell’architettura, politica, economia e religione.

La Repubblica Centrafricana è il cuore geografico dell’Africa. Qui vivono tradizioni ancestrali ancora immutate che si fanno spazio nella natura rigogliosa, habitat di una fauna sorprendente che si estende per riserve e parchi nazionali. Il Paese è molto ricco dal punto di vista della storia e della biodiversità, i suoi popoli si tramandano i segreti dell’animismo e della ritualità tradizionale di generazione in generazione. I Pigmei sono ad oggi i soli depositari dei segreti di una vita vissuta in simbiosi con la foresta, basando la propria vita sulla raccolta, la caccia e le proprietà terapeutiche delle piante. Nella Riserva Dzanga-Sangha vivono famiglie di gorilla nel loro habitat naturale, abituati alla presenza umana grazie ai numerosi progetti ambientali.

Il Congo è considerato uno degli ultimi polmoni verdi equatoriali del mondo, secondo solo all’Amazzonia. Il Paese ospita foreste primarie abitate dai Pigmei, i primi ad adattarsi a questo ambiente. Terra vergine abitata da scimpanzè, elefanti, mandrilli, gorilla e tartarughe liuto, il Congo è la meta ideale per gli amanti della natura e dell’avventura. Oltre a custodire tre parchi nazionali immersi nella foresta equatoriale, in questo Paese si possono ammirare gallerie di mangrovie, spiagge selvagge e le sponde fertili del fiume Congo. Inoltre, è possibile avvicinare i gorilla, risalire il fiume su barche locali passando per i villaggi sperduti di pescatori e agricoltori e vivere la vita di Pointe Noire, città petrolifera e antico avamposto della tratta nigeriana.

Le esperienze imperdibili:

  • Foreste primordiali e natura incontaminata.
  • Elefanti, gorilla, antilopi, bufali e tanti altri animali da osservare nel loro habitat naturale.
  • Incontro con i pigmei.

Parti con Go Afrique per un’avventura nel cuore dell’Africa. Vivi il tuo tour da esploratore tra i tesori di Camerun, Repubblica Centrafricana e Congo! 

Partenza Esclusiva Go Afrique, con accompagnatore dall’Italia

Minimo 10 partecipanti

Tour di gruppo con guida/autista parlante francese/inglese

1° giorno

04/11, lunedì Italia – Yaoundè (-/-/-)

Partenza dall’Italia con voli di linea per Yaoundè (quota volo non inclusa). Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno

05/11, martedì Yaoundè (-/-/-)

All’arrivo, ritiro del bagaglio e disbrigo delle formalità doganali. Incontro con la guida locale e trasferimento in hotel. Cena libera e pernottamento.

Yaoundé è la capitale del Camerun e si trova al centro del Paese. La città è famosa per il suo clima tropicale ed è ricca di storia e cultura. Il suo mercato è uno dei luoghi più affascinanti e vivaci della città, in cui i visitatori possono vivere un’esperienza autentica dello stile di vita e della cultura locale. Qui sarà possibile immergersi nella frenetica vita quotidiana dei camerunesi e trovare tantissimi prodotti, tra cui abbigliamento, calzature, tessuti, prodotti alimentari freschi e spezie locali.

3° giorno

06/11, mercoledì Yaoundè – Bertoua (B/-/-)

Prima colazione e partenza per la capitale della regione orientale del paese (trasferimento in auto di circa 6 ore). Visita della città di Bertoua. Sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.

Bertoua è un’affascinante città del Camerun orientale in grado di offrire ai visitatori un’esperienza autentica e avventurosa. La città è anche conosciuta come la “Porta verso l’Est” ed è circondata da paesaggi mozzafiato, foreste pluviali lussureggianti e una cultura tradizionale eccezionalmente ricca.

4° giorno

07/11, giovedì Bertoua – Yokadouma (B/-/-)

Prima colazione e partenza verso Yokadouma via Dimako, città della foresta, prendendo una strada con vegetazione molto importante. Trasferimento in auto di circa 8 ore. Pausa per pranzo picnic. Sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.

5° giorno

08/11, venerdì Yokadouma – Libongo – Bayanga (B/-/D)

Prima colazione e partenza per il confine. Lungo il percorso, possibilità di osservare bufali e scimmie appollaiati sugli alberi. Trasferimento in auto di circa 5 ore. Arrivo alla frontiera, formalità e trasferimento in motoscafo allo Sangha Lodge. Dopo 2 ore di navigazione, sistemazione al lodge. Cena e pernottamento.

6° giorno

09/11, sabato Bayanga – Dzangha Sangha Park – Bayanga (B/L/D)

Prima colazione sulla terrazza del lodge con vista sul fiume e partenza per il parco. Giornata dedicata all'osservazione dei gorilla. Rientro a Bayanga, piccolo villaggio dove si trova la base WWF incaricata della gestione del parco, e possibilità di organizzare un incontro con i pigmei nel pomeriggio. Ritorno al lodge, cena libera e pernottamento.

I gorilla sono abituati alla presenza umana grazie alla pazienza e al sapiente lavoro di ricerca di un team di esperti che ne hanno studiato il comportamento. Occorrono infatti 4/5 anni di lavoro per abituare una famiglia di gorilla alla presenza umana. Il parco offre protezione a questi primati che sono a rischio d’estinzione sia per la riduzione del loro ambiente che per via del bracconaggio e contribuisce al sostentamento delle popolazioni pigmee che vivono nei dintorni grazie allo sviluppo di attività di sfruttamento razionale e durabile delle risorse offerte della foresta.

I Pigmei (letteralmente “alto un cubico”) sono cacciatori e raccoglitori semi-nomadi, famosi per la loro piccola taglia, dovuta a una questione di adattamento ambientale, ma anche per le ricchissime tradizioni orali, le danze e i canti polifonici. Vivono in gruppi composti da famiglie numerose e sono molto legati tra loro: collaborano infatti in tutte le loro attività quotidiane. Uomini e donne hanno compiti diversi. Le donne si occupano della raccolta dei frutti per poi trasportarli fino al loro accampamento in cestini e gerle per condividerli con l’intera comunità. Le loro origini rimangono misteriose. Alcuni ritengono che l’uomo e la donna siano stati creati dal dio Kvum che soffiò in una noce di cola, altri che Torè il creatore li creò così mjinuti per nascondersi meglio all’interno della foresta. La maggior parte di essi continua a praticare la vita itinerante all’interno della foresta vergine, in simbiosi con la natura e trovando in essa la sussistenza necessaria. Il loro legame con la natura si rispecchia anche nei nomi dei bambini: quelli dei maschi sono associati ad animali e piante, quelli delle femmine a fiori e uccelli. I Pigmei sono veri depositari millenari dei segreti legati alle proprietà delle piante e al perfetto controllo di un ambiente apparentemente ostile ai più. Molte volte infatti i guaritori pigmei vengono interpellati dalle altre popolazioni locali che non hanno facile accesso alle cure della medicina moderna. Dalle piante estraggono anche unguenti contro gli insetti e veleni per le frecce. I Pigmei sono anche indovini e credono negli spiriti. Non hanno luoghi di culto, ma sono soliti far consacrare amuleti e maschere agli stregoni per proteggersi dagli spiriti maligni. Questo popolo è una a rischio perché minacciata dalle popolazioni sedentarie dei paesi in cui vivono, restie a riconoscerne i diritti territoriali. Un altro problema è poi rappresentato dalla deforestazione: l’abbattimento non è solo un problema ambientale ma per questo popolo significa perdere la loro casa.

7° giorno

10/11, domenica Bayanga – Dzangha Sangha Park – Bayanga (B/L/D)

Prima colazione e partenza per il secondo sito del Parco ben noto per la significativa presenza di elefanti sul sito, dove sono presenti anche antilopi, bufali, uccelli ecc. Rientro al lodge, cena libera e pernottamento.

8° giorno

11/11, lunedì Bayanga – Dzangha Sangha Park – Doli – Ouesso (B/L/-)

Prima colazione e trasferimento in motoscafo per la discesa del fiume Sangha (quasi 8 ore di navigazione intorno ad una grande vegetazione unica). Arrivo a Ouesso e disbrigo delle formalità doganali. Trasferimento in hotel, cena libera e pernottamento.

9° giorno

12/11, martedì Ouesso – Pointe Noire (B/-/-)

Prima colazione e trasferimento in aeroporto a Brazzaville. Volo per la città di Pointe Noire, arrivo e sistemazione in hotel. Relax in piscina o nell'oceano. Cena libera e pernottamento in hotel.

Pointe Noire è la seconda città del paese e il principale porto economico sull’Atlantico. La sua posizione strategica è stata fin da subito interesse dei navigatori portoghesi alla fine del XV secolo che l’hanno chiamata per l’appunto “Punta Negra” per il suo sperone di rocce scure. Oggi è la capitale economica del paese e la sua esistenza ruota attorno al porto ma mantiene ancora l’atmosfera e la dimensione si un luogo di villeggiatura, con spiagge selvagge e paesaggi marini.

10° giorno

13/11, mercoledì Pointe Noire – Conkouati (B/-/-)

Prima colazione e partenza nel veicolo del progetto Conkouati per 4 ore di auto. Arrivo e visita del santuario degli scimpanzé, tenuto da una donna francese da alcuni anni. Sistemazione in villa vista lago. Cena libera e pernottamento.

11° giorno

14/11, giovedì Conkouati (B/-/D)

Sveglia presto e partenza per il safari. Giornata dedicata all’osservazione di bufali, elefanti, ecc. Rientro alla villa per la colazione e il riposo. Partenza dopo pranzo per un giro in barca sul fiume Conkouati e l'osservazione degli animali vicino alla laguna e al fiume (elefanti, gorilla buffalo, ecc.). Rientro alla villa. Cena e pernottamento.

Il Parco Nazionale Conkouati Douli è fondamentale per la sopravvivenza degli scimpanzè, minacciati in Congo dal bracconaggio sia per la vendita della carne che per il loro utilizzo come animali da compagnia, oltre che dalla deforestazione. Nel Parco è possibile avvistare decine di scimpanzè liberi con i loro cuccioli, ed è uno spettacolo straordinario.

12° giorno

15/11, venerdì Conkouati – Pointe Noire – Italia (B/-/-)

Prima colazione e partenza per Pointe Noire. Arrivo e sistemazione in hotel. Visita del mercato artigianale e, in tempo utile, trasferimento verso l’aeroporto. Partenza con voli di linea per l’Italia (quota volo non inclusa). Pasti e pernottamento a bordo.

13° giorno

16/11, sabato Italia (-/-/-)

Arrivo all’aeroporto di destinazione.

Quote per persona, a partire da:

PartenzaDoppiaSupplemento singola
Dal 4 Novembre 2024 al 16 Novembre 2024€ 5.190€ 1.040

Note

SISTEMAZIONI PREVISTE (o similari – classificazione secondo gli standard locali):

  • Yaoundè: Hotel La Rochelle
  • Bertoua:Hotel Martino
  • Yokadouma: Elephant Hotel
  • Bayanga: Doli Lodge
  • Ouesso: Hotel Olivier
  • Pointe Noire: Hotel du Port
  • Conkouati: Kunda Lodge

Importante:

– L’ordine delle visite e dei tour può essere modificato in base alle condizioni locali (condizioni stradali, giorni di mercato…)

– Se alcune visite e/o tour non possono essere effettuati a causa di condizioni esterne, saranno sostituiti quando possibile

– Alcune distanze tra le città sono lunghe e le strade e i sentieri possono essere in cattive condizioni

– Si consiglia vivamente di portare con sé una sola borsa grande e uno zaino

– Cerchiamo di fornire tutto l’equipaggiamento necessario per il viaggio, come giacche di primo soccorso, tappetini, machete, motosega (in caso di caduta di alberi), ma consigliamo di essere ben preparati per il viaggio

 

 

Consigliamo di portare:

– Cappello, occhiali da sole, crema solare

– Borsa impermeabile per i vestiti e una borsetta per le escursioni (ad esempio, borsa impermeabile)

– Scarpe per camminare, adatte anche all’acqua, sandali, scarpe da barca o stivali da pioggia

– Binocolo e macchina fotografica

– Repellente per insetti, camicia a maniche lunghe e pantaloni (per la sera e per camminare nella foresta).

– Lucchetti

– Torce (o lampade frontali) e batterie sufficienti

– Impermeabile e ombrello


La quota comprende

  • Sistemazione e pasti come da programma
  • Trasferimenti in 4×4 come da programmi
  • Visite ed escursioni come da programma
  • Guida locale parlante inglese/francese
  • Kit da viaggio GoWorld (zaino, volumi fotografici, porta abiti/trolley – secondo importo pratica)
  • L’assicurazione GoWorld Safe Plus https://www.goworld.it/condizioni-generali-di-viaggio/assicurazioni/ comprensiva di copertura contro l’annullamento per viaggi fino a 2000 euro a persona

La quota non comprende

  • Voli internazionali
  • Tasse aeroportuali
  • 1 bagaglio da stiva
  • Tasse locali da pagare localmente
  • Gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Mance fotografiche e video non a programma
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”
  • Visto di Ingresso e tasse di soggiorno da pagare in loco (ove richiesto
  • Assicurazione integrativa ReproFly
  • Blocco Valuta
  • Quanto altro non espressamente indicato nella quota comprende od altrove nel programma
  • Massimale Annullamento, obbligatorio per viaggi di importo superiore a € 2.000
  • Assicurazione integrativa (Raccomandata) Go World Safe Plus https://www.goworld.it/condizioni-generali-di-viaggio/assicurazioni
  • Quota di iscrizione € 95

Kinshasa La capitale della Repubblica Democratica del Congo, così come una delle 11 province, è Kinshasa, con oltre dieci milioni di residenti. Fondata da Henry Stanley alla fine del XIX secolo come posta commerciale, ora è paragonata ad una versione africana di New York. Godetevi una gita in barca sul Congo o un pic-nic sulle […]

Eventi e festività -Commemorazione dei Martiri dell’Indipendenza Questa celebrazione annuale si svolge ogni 4 gennaio. Conosciuto anche come Giorno del Martirio, la commemorazione dei martiri dell’indipendenza è considerata come un doppio evento per ricordare le vittime della violazione dei diritti umani e anche i martiri della giustizia. -Giornata nazionale degli eroi Questa festa pubblica si […]

Passaporto e visto Passaporto: necessario, in corso di validità. Per le eventuali modifiche relative a tale norma si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio. Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento: “Prima di partire – documenti per viaggi […]

Sport Molti sport sono giocati nella RDC, inclusi il calcio, il basket e il rugby. Gli sport si svolgono in numerosi stadi in tutto il paese, tra cui la Stade Frederic Kibassa Maliba. Internamente, il paese è particolarmente famoso per i suoi giocatori NBA. Dikembe Mutombo è uno dei migliori giocatori di basket africani che […]

Letteratura L’uso della lingua francese nella letteratura congolese è dominante. La letteratura congolese moderna è emersa a partire dagli anni ’50 attraverso le opere letterarie di autori come Tchikaya de Boempire (1937) e Dadet Domongo. Jean Malonga è considerato uno maggiori esponenti della letteratura congolese attraverso il suo libro intitolato “Coeur d’Aryenne” pubblicato nel 1954. […]

Cultura La cultura della RDC riflette la diversità delle sue centinaia di gruppi etnici e dei loro diversi modi di vita in tutto il paese – dalla bocca del fiume Congo sulla costa, attraversando la foresta pluviale e la savana nel suo centro, le montagne più densamente popolate all’estremo oriente. Fin dalla fine del XIX […]

Economia La Banca Centrale del Congo è responsabile dello sviluppo e del mantenimento del franco congolese, che funge da forma primaria di valuta nella RDC. Nel 2007, la Banca Mondiale ha deciso di concedere alla RDC fino a 1,3 miliardi di dollari di fondi di assistenza nei successivi tre anni. Kinshasa sta attualmente negoziando l’adesione […]

Il nord del paese si caratterizza per le grandi aree di foresta equatoriale, una delle più grandi al mondo. La zona orientale costeggia il grande rift est-africano, area di montagne, di colline, di grandi laghi e di vulcani. Il sud e la zona centrale è rappresentato dall’area di savana alberata. Ad ovest, a circa 40 […]

L’area ora conosciuta come RDC è stata popolata già 90.000 anni fa, come dimostra la scoperta del Sirlo di Semliki a Katanda, uno dei più vecchi arpioni a scomparsa mai trovati, che si ritiene fosse utilizzato per catturare i pesci giganti del fiume. Alcuni storici ritengono che i popoli Bantu cominciarono a stabilirsi nell’estremo nord-ovest […]

Palais Royal L’attrazione imperdibile è il palazzo del sultano, sede del 19esimo sultano della dinastia Bamoun. Ha un museo affascinante e ben organizzato che offre una grande panoramica storica della regione. Al momento della scrittura, i tesori sono stati trasferiti in un nuovo edificio simbolicamente a forma di serpente e ragno. Il palazzo rimarrà aperto […]

Eventi e festività – African Music Market Gli amanti della musica dovrebbero assolutamente partecipare all’African Music Market o al Le Kolatier, come è noto colloquialmente in Camerun. Questo festival che si svolge ogni due anni a Douala è un’incredibile raccolta di alcuni dei migliori musicisti africani della regione. Questi individui e gruppi si uniscono nello […]

Passaporto e visto Passaporto: necessario. Per eventuali variazioni alla normativa relativa alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio. Visto d’ingresso: necessario, da richiedere presso l’Ambasciata e/o i Consolati del Camerun presenti in Italia oppure […]

Sport La politica nazionale promuove fortemente lo sport in tutte le forme. Gli sport tradizionali includono corse di canoa e wrestling e diverse centinaia di corridori partecipano ogni anno alla 40 km della Mount Cameroon Race of Hope. Il Camerun è uno dei pochi paesi tropicali che hanno gareggiato nelle Olimpiadi invernali. Lo sport in […]

Letteratura La letteratura camerunese si è concentrata sui temi sia europei che africani. Gli scrittori dell’epoca coloniale come Louis-Marie Pouka e Sankie Maimo sono stati educati dalle società missionarie europee e hanno sostenuto l’assimilazione della cultura europea come mezzo per portare il Camerun nel mondo moderno. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, scrittori quali Mongo Beti […]

Religione Il Camerun ha un alto livello di libertà religiosa e di diversità. La fede predominante è il cristianesimo, praticata da circa due terzi della popolazione, mentre l’islam è una fede di minoranza significativa, adottato da circa un quinto della popolazione. Inoltre, le fedi tradizionali sono praticate da molti. I musulmani sono più concentrati nel […]

Economia Il PIL pro capite del Camerun è stato stimato in US $ 2,300 nel 2008, uno dei dieci più alti nell’Africa sub-sahariana. I principali mercati di esportazione includono Francia, Italia, Corea del Sud, Spagna e Regno Unito. Il Camerun ha avuto un decennio di forte performance economica, con un PIL crescente in media del […]

Il Camerun è un mosaico di vulcani attivi, spiagge di sabbia bianca, foresta pluviale e magnifici paesaggi appiccicati spezzati dalle bizzarre formazioni rocciose del Sahel. Con entrambe le regioni francofona e anglofona, per non parlare di circa 250 lingue locali, il paese è un vasto puzzle etnico e linguistico, ma che, a differenza di tanti […]

Il territorio del presente Camerun è stato abitato durante il periodo neolitico. I marinai portoghesi hanno raggiunto la costa nel 1472. Nel corso dei secoli seguenti, gli interessi europei regolarizzarono il commercio con i popoli costieri e i missionari cristiani si spingevano verso l’interno. All’inizio del XIX secolo, Modibo Adama guidò i soldati Fulani in […]


Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti

Lontane dalle solite mete turistiche, le Comore sono una nuova destinazione da esplorare. Qui si possono ammirare animali come i lemuri, in pericolo di estinzione, ma anche le grandi biodiversità marine. Importante poi sottolineare come le Comore siano il miglior nido per le tartarughe verdi. Tra le varie attività proposte troviamo: -Visite al Monte Kartala, […]

Economia Dall’indipendenza del 1968, Mauritius si è sviluppata da un’economia basata sull’agricoltura a basso reddito a un’economia diversificata a reddito medio, basata sul turismo, sul tessile, sullo zucchero e sui servizi finanziari. Negli ultimi anni, le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, i frutti di mare, l’ospitalità e lo sviluppo delle proprietà, l’assistenza sanitaria, l’energia rinnovabile, […]

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

I nostri cluster: realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Afrique S.r.l.
via Canale, 16 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02788160428 R.E.A. AN 215051
Capitale Sociale € 10.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
ASTOI Fondo di Garanzia ASTOI