Tour Camerun

12 giorni / 11 notti

Tour Essenza del Camerun – Partenza 7 Novembre 2024

da € 3.900 Voli inclusi

CREA IL TUO VIAGGIO TROVA AGENZIA
https://www.goafrique.it?p=48519
per informazioni: Go Afrique S.r.l.
via Canale, 16 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - [email protected]

Tour Essenza del Camerun

Partenza 7 Novembre

Tour alla scoperta del Camerun, destinazione affascinante situata nella parte equatoriale del continente africano. La sua capitale è Yaoundè, situata nel cuore del Paese, nella regione centro-sud. È la seconda città più grande del Camerun, dopo Douala, e funge da centro politico, amministrativo e culturale.

Il Camerun è una delle mete più variegate dal punto di vista culturale e naturale, tanto da essere chiamata “Africa in miniatura”. Qui si possono trovare paludi, deserti, savane, foreste pluviali, spiagge bianche e vulcani attivi. Inoltre, nel Paese convivono pacificamente diverse etnie.

I portoghesi furono i primi a raggiungere le coste del Camerun nel 1472. Il controllo del territorio passò poi in mano tedesca, britannica e francese, dalla quale il Paese ottenne l’indipendenza solo nel 1960. Le influenze del colonialismo sono ancora visibili nell’architettura, politica, economia e religione.

Le esperienze imperdibili:

  • Visita del parco dei primati di Mefou per osservare i gorilla nel loro habitat naturale.
  • Incontro con le tribù locali per conoscere le loro affascinanti tradizioni e scoprire la loro cultura.
  • Escursioni mozzafiato nella natura, tra cascate, laghi, spiagge, riserve e foreste.
  • Scoperta delle diverse civiltà che popolano il Paese.

Parti con Go Afrique e vivi un tour indimenticabile tra i tesori nascosti del Camerun!

 

Partenza Esclusiva Go Afrique, con accompagnatore dall’Italia

Minimo 10 partecipanti

Tour di gruppo con guida/autista parlante francese/inglese

1° giorno

07/11, giovedì Italia – Yaoundè (-/-/-)

Partenza da Milano Malpensa con voli di linea Turkish Airlines via Istanbul per Yaoundè. All’arrivo, ritiro del bagaglio e disbrigo delle formalità doganali. Incontro con la guida locale e trasferimento in hotel. Pernottamento.

2° giorno

08/11, venerdì Yaoundè – Parc Mefou – Ebogo – Yaoundè (B/-/-)

Prima colazione e visita al parco dei primati di Mefou, dove è possibile vedere i gorilla della pianura occidentale insieme a scimpanzé, babbuini, trivellatori, mandrilli e altri animali.

A 45 minuti di auto a sud di Yaoundé, Mefou è gestito da Ape Action Africa, un’organizzazione fondata per proteggere i primati in Camerun. Le guide ben informate vi mostreranno gorilla, scimmie, scimpanzé e mandrilli che vivono in splendidi contorni naturali, tutti salvati dal commercio.

Proseguimento verso Ebogo, un piccolo villaggio sulle rive del fiume Nyong. Prevista una gita sul fiume in canoa scavata e la visita all'albero antico oltre mille anni. Dopo pranzo, ritorno a Yaoundé. Cena libera e pernottamento in hotel.

3° giorno

09/11, sabato Yaoundé – Batoufam (B/-/D)09/11, sabato Yaoundé – Batoufam (B/-/D)

Prima colazione e partenza per la regione occidentale del Camerun, situata ad un'altezza di quasi 2.730 metri sul livello del mare, circondata dai monti Bamboutos. Lungo la strada si potranno osservare le piantagioni a terrazze sulle montagne, coltivate dall'etnia Bamiléké (un termine di origine tedesca) che vive su queste terre, un popolo laborioso che commercia in tutto il Camerun. Proseguimento per Batoufam, un grande capo tribù di 1° grado, con una delle più ricche collezioni di oggetti d'arte nel suo labirintico museo. Questa chefferie ospita il palazzo reale (a forma di labirinto), una piazza reale, una fucina, capanne ed altri edifici più o meno imponenti.
Pausa pranzo nel giardino del capo tribù (verrà servito brasato di pesce o pollo arrosto), breve riposo e visita del patrimonio culturale. Sistemazione nelle capanne di accoglienza del capo tribù. Incontro serale con il capo superiore di Batoufam per una spiegazione e un'introduzione alle culture Bamiléké, il popolo della regione occidentale. Cena e pernottamento in tenda.

4° giorno

10/11, domenica Baoufam – Bandjoun – Bafoussam (B/-/-)

Prima colazione e partenza verso il capo tribù di Bandjoun, una chefferie risalente al 1650 e una delle più grandi del Camerun. Qui, le case dei notabili circondano quella del capo tribù con tetti di paglia alti fino a 20 metri e grandi granai, colonne intarsiate e piccole costruzioni completano l’architettura del villaggio. Visita del museo, proseguimento per Bafoussam e sistemazione in hotel. Visita del lago cratere di Baleng, situato a circa 40 minuti dalla città di Bafoussam con una breve escursione di circa 30 minuti per ammirare il bellissimo lago verde.

Il lago cratere di Baleng si trova a circa 1.500 metri sul livello del mare e ha un’ampiezza di circa 800 metri. Il lago è circondato dalla ricca vegetazione del luogo ed è una meraviglia naturale incontaminata del Paese. Il lago è stato inserito tra i principali siti del patrimonio culturale del Camerun nel 2020, quando il governo ne ha riconosciuto l’importanza sia dal punto di vista turistico che culturale.

Pranzo a Bafoussam e visita delle cascate del Metché nel pomeriggio. Rientro in hotel e pernottamento.

5° giorno

11/11, lunedì Bafoussam – Koutaba – Foumban (B/-/-)

Prima colazione e partenza per la città storica di Foumban, un vero e proprio Regno in una regione Bamileke. All’arrivo, visita del museo di Foumban, uno dei musei più vivaci del Camerun con un passato strettamente legato al passaggio dei tedeschi.

Il museo della civiltà di Foumban è una delle principali attrazioni turistiche della città e permette di scoprire la storia e la cultura della regione. All'interno è possibile ammirare una vasta collezione di oggetti d'arte tradizionale locale, tra cui sculture, ceramiche, tessuti e strumenti musicali che testimoniano la maestria artigianale e l'importanza culturale della comunità Foumban. Al museo si trova anche una sezione dedicata alla storia del regno Bamoun, che governa la regione da secoli. Qui si trovano documenti, fotografie e reperti che raccontano l'evoluzione del regno nel corso dei secoli. Una delle attrazioni più iconiche è il Roi Njoya, ovvero il palazzo del re di Foumban. Questo edificio storico è un'opera d'arte architettonica che offre una prospettiva unica sulla vita reale all'interno del regno.

Pranzo in città e visita del quartiere artigianale. A seguire, breve sosta a Koutaba per acquistare marmellate di frutta di stagione e caffè locale. Ritorno a Bafoussam. Cena libera e pernottamento.

6° giorno

12/11, martedì Koutaba – Dschang (B/-/-)

Prima colazione e partenza per la città storica di Dschang (prima capitale del Camerun Occidentale). Arrivo e pausa pranzo in un ristorante della città. Sistemazione nelle capanne comunitarie della chefferie Keleng. Pomeriggio interamente dedicato alla preparazione della cena con le persone locali, Cena e pernottamento in tenda.

7° giorno

13/11, mercoledì Dschang – Melong – Edea (B/-/-)

Prima colazione e partenza per la regione costiera, con sosta alla bellissima cascata di Ekom-Nkam, alta quasi 80 m, dove nel 1982 fu girato uno dei film di Tarzan ("Greystoke").

La cascata di Ekom-Nkam è in realtà composta da due cascate incastonate nella foresta tropicale. Con un’altezza di circa 80 metri, sono una meraviglia naturale che si staglia nel verde che la circonda. La cascata prende il nome dal vicino villaggio locale. Seppure non molto alta, sentire il rumore dell’acqua che scorre è un’esperienza indimenticabile. La foresta circostante ospita inoltre una fauna selvatica diversificata. La cascata è anche chiamata Casa di Tarzan, poiché è stata scelta per il set del film Greystroke – La leggenda di Tarzan, il signore delle scimmie del 1984.

Pproseguimento per Edéa per visitare le più belle piantagioni del Camerun e degustarne i frutti. Sistemazione presso la Missione Cattolica di Edéa, la "città della luce" del Paese dove si trova una centrale idroelettrica.

8° giorno

14/11, giovedì Edea – Pongo Songo – Dizangue – Edea (B/-/-)

Prima colazione e partenza per il santuario degli scimpanzé di Pongo Songo.

Pongo Songo è una riserva composta da due isole sul fiume Sanaga dove vivono gli scimpanzè, tutti seguiti da un dinamico team di volontari dell'associazione francese "Papaye France". L'obiettivo è creare uno spazio per la protezione di queste specie a rischio nel Paese a causa del bracconaggio e della deforestazione. L’associazione individua infatti gli esemplari orfani e feriti in libertà e cerca di portarli all’autonomia e alla reintroduzione.

Arrivo e trasferimento in barca verso l’isola. Prima visita agli scimpanzé adulti, poi agli adolescenti e infine al campo dove ci sono nuovi cuccioli di scimpanzé accuditi dal team. Pranzo in un ristorante locale.
Visita dei laghi di Ossa e ritorno a Edea.

Il complesso lacustre, formato dal Lago Ossa e dai più piccoli Mevia e Mwembe, costitutisce il più grande lago naturale del Paese. La sua profondità massima è di 10 metri e la forma di questi laghi è sezionata, con molte insenature e 22 isole. Questo complesso si è creato a seguito dei movimenti tettonici della crosta terrestre e qui vivono alcune specie di animali tra cui il lamantino africano, il coccodrillo nano e la tartaruga dal guscio molle africana. Infestato dal 2016 dall’erba pesce gigante, originaria del Brasile e probabilmente portata dal vento o dagli uccelli migratori, la Salvinia ha ricoperto un quarto della superficie del lago mettendo a repentaglio l’intero ecosistema.

Cena e pernottamento.

9° giorno

15/11, venerdì Edea – Villaggio Pigmeo Bageylie (B/L/D)

Prima colazione e partenza per questa città balneare, situata a 1 ora di macchina da Edea, una bella cittadina creata dai tedeschi. Sosta sulla spiaggia di Grand Batanga per un pranzo in riva al mare.

La spiaggia di Grand Batanga è una spiaggia di sabbia dorata che si estende per 7 chilometri senza alcuna interruzione, ad eccezione di alcuni piccoli hotel e ristorantini. Il mare qua è sempre calmo e l’acqua sempre calda. All’orizzonte si stagliano le tipiche piattaforme che è possibile vedere dalle spiagge che si affacciano sull’Oceano Atlantico. Bellissima e poco frequentata, questa spiaggia rimane ancora ad oggi un luogo incontamintato dal turismo.

Partenza per il villaggio pigmeo di Bagyélie nella foresta, arrivo e presentazione del villaggio, del capo villaggio e sistemazione in tenda.

I Pigmei (letteralmente “alto un cubico”) sono cacciatori e raccoglitori semi-nomadi, famosi per la loro piccola taglia, dovuta a una questione di adattamento ambientale, ma anche per le ricchissime tradizioni orali, le danze e i canti polifonici. Vivono in gruppi composti da famiglie numerose e sono molto legati tra loro: collaborano infatti in tutte le loro attività quotidiane. Uomini e donne hanno compiti diversi. Le donne si occupano della raccolta dei frutti per poi trasportarli fino al loro accampamento in cestini e gerle per condividerli con l’intera comunità. Le loro origini rimangono misteriose. Alcuni ritengono che l’uomo e la donna siano stati creati dal dio Kvum che soffiò in una noce di cola, altri che Torè il creatore li creò così mjinuti per nascondersi meglio all’interno della foresta. La maggior parte di essi continua a praticare la vita itinerante all’interno della foresta vergine, in simbiosi con la natura e trovando in essa la sussistenza necessaria. Il loro legame con la natura si rispecchia anche nei nomi dei bambini: quelli dei maschi sono associati ad animali e piante, quelli delle femmine a fiori e uccelli. I Pigmei sono veri depositari millenari dei segreti legati alle proprietà delle piante e al perfetto controllo di un ambiente apparentemente ostile ai più. Molte volte infatti i guaritori pigmei vengono interpellati dalle altre popolazioni locali che non hanno facile accesso alle cure della medicina moderna. Dalle piante estraggono anche unguenti contro gli insetti e veleni per le frecce. I Pigmei sono anche indovini e credono negli spiriti. Non hanno luoghi di culto, ma sono soliti far consacrare amuleti e maschere agli stregoni per proteggersi dagli spiriti maligni. Questo popolo è una a rischio perché minacciata dalle popolazioni sedentarie dei paesi in cui vivono, restie a riconoscerne i diritti territoriali. Un altro problema è poi rappresentato dalla deforestazione: l’abbattimento non è solo un problema ambientale ma per questo popolo significa perdere la loro casa.

Cena e pernottamento in hotel.

10° giorno

16/11, sabato Villaggio Pigmeo Bageylie – Kribi (B/-/-)

Prima colazione e visita delle piante medicinali con i Pigmei. A seguire, piccola caccia nella foresta e posizionamento di trappole per animali per avvicinarsi alle tradizioni locali di questo affascinante popolo. Ritorno al campo e partenza per la città di Kribi. Sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.

11° giorno

17/11, domenica Kribi – Douala (B/-/-)

Prima colazione e tempo a disposizione. Pranzo e partenza nel primo pomeriggio per Douala, la capitale economica del Paese dove vivono quasi 3,5 milioni di persone. Sistemazione in hotel e camera in day use.
In tempo utile, trasferimento verso l’aeroporto.

12° giorno

18/11, lunedì Douala – Italia (-/-/-)

Partenza con voli di linea Turkish Airlines per Milano Malpensa via Istanbul.
Arrivo all’aeroporto di destinazione.

Quote per persona, a partire da:

PartenzaDoppiaSupplemento singola
Dal 7 Novembre 2024 al 18 Novembre 2024€ 3.900€ 530

Note

Partenza esclusiva Go Afrique:

  • 07 novembre 2024

 

OPERATIVO VOLI:
Giovedì 07/11 TK1874 Milano Malpensa Istanbul 1030 1525
Giovedì 07/11 TK 669 Istanbul Yaoundè 1825 2325
Lunedì 18/11 TK 667 Douala Istanbul 0035 1135
Lunedì 18/11 TK1895 Istanbul Milano Malpensa 1235 1335

 

 

SISTEMAZIONI PREVISTE (o similari – classificazione secondo gli standard locali):

  • Yaoundè: Hotel Jouvence 3*
  • Batoufam: Tenda del capo tribù
  • Bafoussam: Albergo le Saré de Kamkop 3*
  • Foumban: Hotel le Paradise
  • Dschang: Case Keleng
  • Edea: Missione Cattolica
  • Bageylie:Campo tendato
  • Kribi: Hotel Tara Plage 2*

Importante:
– L’ordine delle visite e dei tour può essere modificato in base alle condizioni locali (condizioni stradali, giorni di mercato…)
– Se alcune visite e/o tour non possono essere effettuati a causa di condizioni esterne, saranno sostituiti quando possibile
– Alcune distanze tra le città sono lunghe e le strade e i sentieri possono essere in cattive condizioni
– Si consiglia vivamente di portare con sé una sola borsa grande e uno zaino
– Cerchiamo di fornire tutto l’equipaggiamento necessario per il viaggio, come giacche di primo soccorso, tappetini, machete, motosega (in caso di caduta di alberi), ma consigliamo di essere ben preparati per il viaggio

 

Consigliamo di portare:
– Cappello, occhiali da sole, crema solare
– Borsa impermeabile per i vestiti e una borsetta per le escursioni (ad esempio, borsa impermeabile)
– Scarpe per camminare, adatte anche all’acqua, sandali, scarpe da barca o stivali da pioggia
– Binocolo e macchina fotografica
– Repellente per insetti, camicia a maniche lunghe e pantaloni (per la sera e per camminare nella foresta).
– Lucchetti
– Torce (o lampade frontali) e batterie sufficienti
– Impermeabile e ombrello


La quota comprende

  • Voli internazionali
  • 1 bagaglio da stiva
  • Sistemazione e pasti come da programma
  • Trasferimenti come da programmi
  • Visite ed escursioni come da programma
  • Guida locale parlante inglese/francese
  • Kit da viaggio GoWorld (zaino, volumi fotografici, porta abiti/trolley – secondo importo pratica)
  • Assicurazione assistenza medica, rimpatrio sanitario, danneggiamento al bagaglio e annullamento fino a € 2.000 per persona Go World Safe https://www.goworld.it/condizioni-generali-di-viaggio/assicurazioni/

La quota non comprende

  • Tasse locali da pagare localmente
  • Tasse aeroportuali € 460
  • Gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Mance fotografiche e video non a programma
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”
  • Visto di Ingresso e tasse di soggiorno da pagare in loco (ove richiesto)
  • Assicurazione integrativa ReproFly
  • Blocco Valuta
  • Quanto altro non espressamente indicato nella quota comprende od altrove nel programma
  • Massimale Annullamento, obbligatorio per viaggi di importo superiore a € 2.000
  • Assicurazione integrativa (Raccomandata) Go World Safe Plus https://www.goworld.it/condizioni-generali-di-viaggio/assicurazioni/
  • Quota di iscrizione € 95

Palais Royal L’attrazione imperdibile è il palazzo del sultano, sede del 19esimo sultano della dinastia Bamoun. Ha un museo affascinante e ben organizzato che offre una grande panoramica storica della regione. Al momento della scrittura, i tesori sono stati trasferiti in un nuovo edificio simbolicamente a forma di serpente e ragno. Il palazzo rimarrà aperto […]

Eventi e festività – African Music Market Gli amanti della musica dovrebbero assolutamente partecipare all’African Music Market o al Le Kolatier, come è noto colloquialmente in Camerun. Questo festival che si svolge ogni due anni a Douala è un’incredibile raccolta di alcuni dei migliori musicisti africani della regione. Questi individui e gruppi si uniscono nello […]

Passaporto e visto Passaporto: necessario. Per eventuali variazioni alla normativa relativa alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio. Visto d’ingresso: necessario, da richiedere presso l’Ambasciata e/o i Consolati del Camerun presenti in Italia oppure […]

Sport La politica nazionale promuove fortemente lo sport in tutte le forme. Gli sport tradizionali includono corse di canoa e wrestling e diverse centinaia di corridori partecipano ogni anno alla 40 km della Mount Cameroon Race of Hope. Il Camerun è uno dei pochi paesi tropicali che hanno gareggiato nelle Olimpiadi invernali. Lo sport in […]

Letteratura La letteratura camerunese si è concentrata sui temi sia europei che africani. Gli scrittori dell’epoca coloniale come Louis-Marie Pouka e Sankie Maimo sono stati educati dalle società missionarie europee e hanno sostenuto l’assimilazione della cultura europea come mezzo per portare il Camerun nel mondo moderno. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, scrittori quali Mongo Beti […]

Religione Il Camerun ha un alto livello di libertà religiosa e di diversità. La fede predominante è il cristianesimo, praticata da circa due terzi della popolazione, mentre l’islam è una fede di minoranza significativa, adottato da circa un quinto della popolazione. Inoltre, le fedi tradizionali sono praticate da molti. I musulmani sono più concentrati nel […]

Economia Il PIL pro capite del Camerun è stato stimato in US $ 2,300 nel 2008, uno dei dieci più alti nell’Africa sub-sahariana. I principali mercati di esportazione includono Francia, Italia, Corea del Sud, Spagna e Regno Unito. Il Camerun ha avuto un decennio di forte performance economica, con un PIL crescente in media del […]

Il Camerun è un mosaico di vulcani attivi, spiagge di sabbia bianca, foresta pluviale e magnifici paesaggi appiccicati spezzati dalle bizzarre formazioni rocciose del Sahel. Con entrambe le regioni francofona e anglofona, per non parlare di circa 250 lingue locali, il paese è un vasto puzzle etnico e linguistico, ma che, a differenza di tanti […]

Il territorio del presente Camerun è stato abitato durante il periodo neolitico. I marinai portoghesi hanno raggiunto la costa nel 1472. Nel corso dei secoli seguenti, gli interessi europei regolarizzarono il commercio con i popoli costieri e i missionari cristiani si spingevano verso l’interno. All’inizio del XIX secolo, Modibo Adama guidò i soldati Fulani in […]


Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti

La storia coloniale del Kenya risale all’insediamento di un protettorato tedesco sui beni costieri del Sultanato di Zanzibar nel 1885, seguito dall’arrivo della compagnia britannica nel 1888. La Germania ha consegnato le sue proprietà costiere alla Gran Bretagna nel 1890. La costruzione della ferrovia Kenya-Uganda che attraversa il paese è stata osteggiata da alcuni gruppi […]

Curiosità Uno dei fatti più sconvolgenti del Djibouti è la pratica della mutilazione genitale femminile, o circoncisione femminile, come abitudine prematrimoniale nella zona. Questa pratica è scioccante per la sensibilità occidentale e attualmente ci sono campagne per fermare la pratica. È stata bandita nel 1994, ma esistono forti tradizioni culturali che obbligano le donne e […]

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

I nostri cluster: realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Afrique S.r.l.
via Canale, 16 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02788160428 R.E.A. AN 215051
Capitale Sociale € 10.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
ASTOI Fondo di Garanzia ASTOI