Economia e politica in Etiopia

Economia

Secondo il FMI, l’Etiopia è stata una delle economie in più rapida crescita nel mondo, registrando una crescita economica superiore al 10% dal 2004 al 2009.
La performance di crescita in Etiopia e i notevoli progressi di sviluppo sono stati minacciati nel corso del 2008 e del 2011 con l’emergere di due sfide macroeconomiche: l’elevata inflazione e la difficile situazione di bilancio dei pagamenti. L’inflazione è salita al 40% nell’agosto 2011 a causa della politica monetaria, del grande aumento dei salari del servizio pubblico all’inizio del 2011 e dei prezzi elevati dei prodotti alimentari. Per il 2011/12, l’inflazione di fine anno è stata stimata pari a circa il 22% e l’inflazione ad una cifra è prevista nel 2012/13 con l’attuazione di politiche monetarie e fiscali severe.
Nonostante la rapida crescita negli ultimi anni, il PIL pro capite è uno dei più bassi del mondo e l’economia affronta numerosi problemi strutturali. Tuttavia, con un investimento focalizzato su infrastrutture pubbliche e parchi industriali, l’economia dell’Etiopia affronta i suoi problemi strutturali per diventare un fulcro per la produzione leggera in Africa. La produttività agricola rimane bassa e le frequenti siccità affliggono ancora il paese. “L’Etiopia viene spesso chiamata ironicamente come la” torre dell’acqua” dell’Africa Orientale a causa dei 14 grandi fiumi che scendono dall’alto altipiano”, compreso il Nilo. “Ha anche le più grandi riserve idriche dell’Africa, ma pochi sistemi di irrigazione per utilizzarlo. Solo l’1% viene utilizzato per la produzione di energia e l’1,5% per l’irrigazione”. Negli ultimi anni, tuttavia, l’Etiopia ha completato numerose importanti dighe per la produzione di idroelettricità e l’irrigazione.
In Etiopia, nonostante la protesta iniziale dell’Egitto, è in fase di costruzione anche una diga idroelettrica di 6.000 MW (la Grande Epiope Renaissance Dam) sul fiume Nilo. Terminato, diventerà la più grande centrale idroelettrica dell’Africa.
La fornitura di servizi di telecomunicazioni è lasciata a un monopolio statale. È parere del governo attuale che il mantenimento della proprietà statale in questo settore è essenziale per garantire che le infrastrutture e i servizi di telecomunicazione siano estesi all’Etiopia rurale, che non sarebbe attraente per le imprese private.
La Costituzione definisce il diritto di possedere il territorio come appartenente solo allo Stato e al popolo, ma i cittadini possono affittare terre (fino a 99 anni) e non sono in grado di comprare o vendere. È consentito il noleggio di terreni per un massimo di venti anni e si prevede che tale terra sia destinata all’utilizzatore più produttivo. La distribuzione e l’amministrazione del territorio sono considerati un’area in cui la corruzione è istituzionalizzata e spesso sono richiesti pagamenti e tangenti quando si tratta di questioni relative alla terra.

 

Politica

La politica dell’Etiopia si svolge nel quadro di una repubblica parlamentare federale, dove il primo ministro è il capo del governo. Il potere esecutivo è esercitato dal governo. Il potere legislativo federale è attribuito sia al governo che alle due camere del parlamento. Sulla base dell’articolo 78 della Costituzione del 1994, il giudice è totalmente indipendente dall’esecutivo e dal legislatore. Le attuali realtà di questa disposizione sono messe in discussione in una relazione preparata dalla Freedom House.
Secondo l’Indice della Democrazia pubblicato dall’Unità di Intelligence dell’Università di Economia del Regno Unito alla fine del 2010, l’Etiopia è un “regime autoritario”, classificato come il 118° più democratico di 167 paesi. L’Etiopia è scesa di 12 posti nell’elenco dal 2006 e l’ultima relazione attribuisce la caduta alla crisi del governo.
Nel luglio 2015, durante un viaggio che l’allora presidente degli Stati Uniti ha intrapreso in Kenya, Obama ha sottolineato il ruolo dell’Etiopia nella lotta contro il terrorismo islamico.

Articoli che potrebbero piacerti

Eventi e festività Capodanno – 1 gennaio Venerdì Santo – marzo o aprile Pasqua Lunedì dell’Angelo Giornata dei diritti umani – 21 marzo Giornata della famiglia – 17 aprile Giorno della costituzione o della libertà – 27 aprile Festa dei lavoratori – 1 maggio Giornata della gioventù – 16 giugno Festa delle donne – 9 […]

Il lago Vittoria, è il lago più grande di tutto il continente africano, tanto che le sue acque sono comprese all’interno di tre stati e cioè la Tanzania, l’Uganda e il Kenya. Ha un ruolo fondamentale per la sopravvivenza di milioni di persone, che vivono lungo le sue coste e la cui attività principale è appunto la pesca. Inoltre nel lago sorgono più di 3000 isole, la maggior parte delle quali sono però disabitate.

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

I nostri cluster: realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
ASTOI Fondo di Garanzia ASTOI