10 giorni / 8 notti

Guinea Bissau & Isole Bijagos – L’arcipelago Sacro 2021

da € 2535 Voli esclusi

CREA IL TUO VIAGGIO TROVA AGENZIA
https://www.goafrique.it?p=34736
per informazioni: Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - [email protected]

Guinea Bissau & Isole Bijagos – L’arcipelago Sacro 2021

La Guinea Bissau rimane un Paese ancora inesplorato dove i confini tra l’acqua e la terra cambiano con il cambiare delle maree, coprendo e scoprendo mangrovie, spiagge ed estuari. Un viaggio che ci porterà verso foreste vergini, villaggi remoti, cerimonie animiste e il più grande arcipelago africano: le Bijagos. La maggior parte di queste isole non presenta insediamenti fissi e perciò è un vero paradiso per molte specie di uccelli e una fauna rara. Infine, Bissau regala l’opportunità perfetta per conoscere l’intrigante stile Afro-portoghese dalle vibrazioni uniche. Un itinerario per scoprire natura e cultura e contemporaneamente godere del relax sulle spiagge in cui le nostre orme sono le uniche tracce.

Per viaggiatori in cerca di nuove e autentiche destinazioni!

  • Partenza del 2 aprile 2021:

Cerimonie della Vaca Bruto. Sulle isole Bijagos la vita è tuttora governata dal ciclo delle stagioni e le principali cerimonie avvengono durante la lunga stagione secca, quando il raccolto è finito. La Vaca Bruto (toro selvaggio) è la più spettacolare maschera Bijago e consiste in un elmo di legno con occhi di smeriglio, vere corna, orecchie di pelle e una corda attraverso le narici. Durante le cerimonie della Vaca Bruto, i ballerini incarnano lo spirito della maschera: si piegano con la faccia verso il terreno, esattamente come farebbe un animale selvaggio. La maschera rappresenta l’uomo in pieno possesso della propria forza fisica ma con un comportamento immaturo poiché non si è ancora sottoposto alla fase finale dell’iniziazione. Alla cerimonia assiste l’intero villaggio.

  • Partenze del 29 ottobre e 27 dicembre 2021:

Nidificazione delle tartarughe – Isola di Poilao . L’isola è un sito inabitato di rara bellezza, considerato il principale luogo di nidificazione delle Green Sea Turtle (Chelonia Midas) in Africa Occidentale. Di notte, su una spiaggia silente, aspetteremo il momento in cui una femmina emerge dall’oceano e scava un buco profondo dove deporrà le sue uova. Se saremo fortunati, assisteremo a questa meraviglia della natura e/o allo schiudersi delle uova, quando i piccoli emergono dalla sabbia per raggiungere l’oceano e iniziare il loro lungo viaggio che li riporterà sulla stessa spiaggia dopo 30 anni, quando raggiungeranno la maturità sessuale.

Partenze garantite Min 2 – Max 16 partecipanti

1° giorno

Bissau (-/-/-)

Partenza dall’Italia per Bissau con voli di linea, secondo disponibilità (costo del trasporto aereo non incluso nella quota base). Arrivo a Bissau e trasferimento in hotel. Tempo libero per un po’ di relax. Pasti liberi.
Sistemazione all’ Hotel Azalai o similare (camere con aria condizionata e bagni privati)

2° giorno

Pepel, tribù animista, Bissau – Quinhamel – Bissau / 150 km – 4h (B/-/D)

Prima colazione in hotel. Mattinata a disposizione per relax.
Visita di una vecchia distilleria di rum (Cana) dell’epoca coloniale.
Raggiungiamo Quinhamel. Scopriamo le tradizioni magiche e animiste della popolazione Pepel. In questa regione la foresta nasconde un feticcio dotato di poteri magici: solo i giovani iniziati possono portarselo sulle spalle.
Cena e pernottamento all’Hotel Azalai o similare (camere con aria condizionata e bagni privati).

3° giorno

Maschere Diola, da Bissau a Varela / 200 km – 6h (B/L/D)

Prima colazione in hotel. Lasciamo Bissau in direzione nord-ovest. Visita ad un villaggio Diola. Qui assisteremo ad una festa popolare. Le maschere lasciano la foresta sacra per ballare per una folla locale entusiasta. Le maschere fanno parte della cultura animista dei Diola. Le persone temono e rispettano le maschere; le considerano spiriti che svolgono un ruolo importante nella risoluzione dei conflitti tra gli abitanti del villaggio. Pranzo in corso d’escursione.
Cena e pernottamento all’Aparthotel Avo Anisa, alloggio semplice a Varela (camere con aria condizionata e bagni privati).

4° giorno

Villaggi della foresta allagata, da Varela a Bissau / 200 km – 6h (B/L/D)

Prima colazione in hotel. Raggiungeremo un paesaggio unico di ruscelli, paludi d'acqua salata, terre inondate, dighe di argilla e risaie. In questo ambiente remoto, alcuni giganteschi e isolati alberi di Kapok e Baobab regalano ombra ai piccoli insediamenti umani delle tribù dei Felupe e Baiote. Queste popolazioni vivono in un ecosistema isolato e allagato dove coltivano riso grazie a una complessa "tecnologia tribale" per dissalare il suolo. Le persone vivono in grandi capanne patriarcali costruite in uno stile architettonico africano unico: "edifici" di argilla circondati da una veranda ombreggiata e coperti da grandi e alti tetti di paglia con botola apribile per l'aerazione. L'intero edificio è supportato da una complessa struttura di pali di palma.
Tornati sulla strada principale ci fermiamo a Bula per incontrare un re Manjaco e conoscere la cultura della sua etnia. Questo gruppo definisce le proprie tradizioni "Gendiman" e le mantiene ancora in vita. Adorano pali di legno e statue chiamate "Pecab" che rappresentano gli spiriti dei loro antenati; sono tenuti in santuari noti come "Cab Balugun".
Pranzo in corso d’escursione.
Cena e pernottamento all’Hotel Azalai o similare (camere con aria condizionata e bagni privati).

5° giorno

La capitale fantasma, da Bissau a Rubane (B/L/D)

Prima colazione in hotel. In mattinata partenza per 5 giorni di navigazione in fuoribordo che ci porteranno ad attraversare l’arcipelago Bijagos alla scoperta di isole e isolotti dimenticati, tra i quali la marea lascia trasparire larghi banchi di sabbia. L’arcipelago, mediamente situato a 40 miglia dal continente, è il più vasto d’Africa, con 88 isole e isolotti, di cui solo 21 permanentemente abitate. Grazie ai paesaggi idilliaci, all’eccezionale fauna ed a una cultura tribale intatta, le Bijagos sono considerate un autentico “gioiello geografico”. A causa all’isolamento tipico di un arcipelago, le popolazioni Bijagos hanno subito pochissimo l’influenza del mondo esterno. Le donne indossano ancora il “saiya”, gonnellina tradizionale in paglia. La vita nel villaggio è caratterizzata dall’importanza che è riservata alle maschere, ancora oggi utilizzate durante cerimonie spesso segrete. Giovani uomini devono passare insieme sette anni di iniziazione senza alcun contatto con il sesso femminile.
La nostra prima tappa sarà l'isola di Bolama, l'antica capitale della Guinea portoghese dal 1871 al 1941, prima che fosse trasferita a Bissau. Questo trasferimento fu necessario a causa della carenza di acqua potabile. Quando i portoghesi se ne andarono, i nativi vennero a vivere nella città che ora sta cadendo a pezzi ed è in parte invasa dalla vegetazione tropicale. Fu originariamente costruita seguendo i piani di un «Castrum Romanum» (cittadella romana). Quindi oggi possiamo vedere i suoi grandi viali letargici soleggiati, le sue piazze vuote, le sue fontane secche, i suoi giardini cespugliosi e i suoi grandi edifici amministrativi in stile neo palladiano. Nel Palazzo del Governatore possiamo ancora ammirare colonne in stile classico dove ora pascolano le capre! Bolama, sebbene abitata, è immersa nell'atmosfera fiabesca di una città fantasma.
Raggiungiamo il nostro lodge che sarà la nostra base per i prossimi quattro giorni. Pranzo in corso d’escursione.
Cena e pernottamento all’Hotel Ponta Anchaca o Lodge les Dauphins o simile (bungalows vista oceano, bagni privati, ristorante gastronomico, piscina, spiaggia).

6° giorno

Eventi speciali, Arcipelago delle Bijagos (B/L/D)

Pima colazione in hotel.
Cerimonia della maschera Vaca Bruto.
Se la data di partenza è in concomitanza con l’evento speciale della maschera Vaca Bruto: relax mattutino o passeggiata per visitare l'entroterra dell'isola di Rubane e il suo piccolo villaggio.
Dopo pranzo raggiungeremo un villaggio isolato per assistere alle cerimonie della maschera di iniziazione Vaca Bruto con una grande partecipazione degli abitanti del villaggio.
Nidificazione delle tartarughe.
Se la data di partenza è concomitante con l’evento speciale della nidificazione delle tartarughe: navighiamo in direzione delle Isole del Sud, fermandoci a Meio, un'isola incontaminata disabitata dove le nostre impronte sulla sabbia saranno le uniche tracce umane. Arrivo all'isola disabitata di Poilao: nella notte, con l'alta marea, emergeranno le tartarughe dall'oceano. Dobbiamo rimanere in silenzio e non usare la torcia diretta che può spaventare le tartarughe.
A tarda notte rientro in hotel. Pranzo in corso d’escursione.

Cena e pernottamento all’Hotel Ponta Anchaca o Lodge les Dauphins o simile (bungalows vista oceano, bagni privati, ristorante gastronomico, piscina, spiaggia).

7° giorno

Delfini e Ippopotami, Arcipelago delle Bijagos (B/L/D)

Prima colazione in hotel. In motoscafo raggiungeremo un sito dove ammireremo i delfini che saltano tra le onde intorno alla nostra barca, quindi andiamo sull'isola di Orango ad osservare ippopotami.
L’isola di Orango è un parco nazionale. Tra i numerosi animali protetti sono inclusi gli "ippopotami d'acqua salata". Questo mammifero estremamente raro vive nell'acqua salata delle foreste di mangrovie e talvolta può decidere di "fare una nuotata" nell'oceano. Capita che le guide locali ne abbiano perso la traccia per diversi giorni.
Pranzo in corso d’escursione.
Cena e pernottamento all’Hotel Ponta Anchaca o Lodge les Dauphins o simile (bungalows vista oceano, bagni privati, ristorante gastronomico, piscina, spiaggia).

8° giorno

Vita sulle isole , Arcipelago delle Bijagos (B/L/D)

Prima colazione in hotel. Giornata per godersi lo stile di vita dell'arcipelago: rilassarsi sulla spiaggia selvaggia o intorno alla piscina. Visita al più grande villaggio dell’arcipelago, Bubaque, l’unico connesso al continente da una corsa in traghetto una volta alla settimana. Stradine, un piccolo mercato colorato, bar e commercianti, infine un piccolo museo etnografico dedicato alla cultura delle Bijagos. Facoltativo: camminata per esplorare i villaggi e la vegetazione lussureggiante..
Pranzo, cena e pernottamento all’Hotel Ponta Anchaca o al Lodge les Dauphins o similare (confortevoli bungalow fronte mare con bagno privato).

9° giorno

Rubane - Bissau - Italia (B/L/-)

Prima colazione e pranzo in hotel, tempo a disposizione. Nel pomeriggio arrivo in motoscafo a Bissau, la piccola capitale del paese. Un veicolo ci aspetterà per un breve tour di questa piccola e intrigante capitale.
Iniziamo a passeggiare per Bissau Velho, il vecchio quartiere portoghese, dove l'atmosfera ci ricorda il Portogallo dei tempi andati. Qui si può sperimentare il mix di anime africane e portoghesi. Vecchi caffè in legno dove bere vino portoghese e guardare le notizie portoghesi. Continuiamo verso il Palazzo Presidenziale, la Cattedrale cattolica, Fortaleza Amura, il Monumento all'Indipendenza, Piazza Che Guevara per finire in un bar all'aperto noto per il miglior mojito in città.
In serata trasferimento all’aeroporto per il volo di ritorno.
Camere in day-use a disposizione fino alle 18.00.

10° giorno

Italia (-/-/-)

Arrivo all’aeroporto di destinazione.

Quote per persona, a partire da:

PartenzaMin 6 partecipantiMin 4 partecipantiMin 3 partecipantiMin 2 partecipanti
DoppiaSupplemento singolaDoppiaSupplemento singolaDoppiaSupplemento singolaDoppiaSupplemento singola
Dal 2 Aprile 2021 al 27 Dicembre 2021€ 2.535€ 330€ 3.045€ 330€ 3.545€ 330€ 4.550€ 330

Note

  • Tutte le partenze sono garantite a partire da minimo 2 persone,  con un anticipo di almeno 60 giorni prima della partenza.
  • A partire da 59-0 giorni prima della partenza e per le partenze individuali,  quote su richiesta.

 

Estensione consigliata: Al termine di questo intenso viaggio, vi consigliamo di trascorrere alcuni giorni nell’Arcipelago delle Bijagos. Su richiesta, possiamo fornirvi alcuni giorni al Ponta Anchaca Hotel sull’isola di Rubane, in un confortevole bungalow davanti all’oceano, gustando un’eccellente cucina francese e tropicale. In hotel potrete rilassarvi in piscina, uscire per una passeggiata in riva all’oceano, andare alla scoperta della lussureggiante vegetazione o praticare pesca sportiva – L’Arcipelago delle Bijagos è un autentico paradiso per questo tipo di attività sportiva. Quota su richiesta.

 

  • Supplemento partenza 27 Dicembre: € 100

 

PARTENZE 2021:

  • 02 Aprile  (maschere Vaca Bruto),
  • 29 Ottobre (Nidificazione delle tartarughe)
  • 27 Dicembre (Nidificazione delle tartarughe)

 

HOTEL PREVISTI (o similari):

  • Bissau: Hotel Azalai 4*
  • Varela: Aparthotel Avo Anisa 2*
  • Isola di Rubane: Hotel Ponta Anchaca 3*

 

Importante:

  • VISTO: Necessario per Guinea Bissau.
  • VACCINAZIONI: Febbre gialla: obbligatoria. Colera: al momento della compilazione di questa nota non è obbligatoria, è comunque preferibile verificare prima della partenza. Trattamento anti-malarico: assolutamente consigliato.
  • MAREE: L’ordine cronologico delle visite potrebbe essere modificato in funzione delle maree, mantenendo comunque tutte le visite, seppure diversamente scaglionate.
  • PASTI: pasti freddi (picnic) o ristoranti. Cene: negli hotels, vasta scelta fra le specialità di pesce e disponibilità di altri piatti. Menu vegetariani disponibili, si prega di avvisare al momento della prenotazione
  • BAGAGLIO: In conseguenza dell’itinerario e dei numerosi trasbordi dai natanti, il peso massimo dei bagagli non deve superare 20 kg a persona, consigliate sacche morbide ed impermeabili. Durante la navigazione i partecipanti potrebbero essere raggiunti da qualche spruzzo d’acqua marina, consigliamo di proteggere accuratamente apparecchi fotografici, video e quant’altro e di portare con voi un K-way.
  • ASSICURAZIONE: obbligatoria per assistenza medica ed eventuale rimpatrio
  • MEZZI DI TRASPORTO: su strade o piste con Minibus o 4×4, nell’arcipelago con motoscafi attrezzati per l’oceano Atlantico.
  • SISTEMAZIONI: Gli hotel sono stati scelti accuratamente. Tenendo in considerazione la scarsa disponibilità di camere e i casi di forza maggiore, gli organizzatori si riservano la possibilità di sostituirli con altre sistemazioni alberghiere, il più possibile equivalenti.
  • In alcuni hotels la poca disponibilità di camere non garantisce sempre la possibilità di usufruire di camere singole.
  • Tutte le escursioni sono progettate in modo da essere abbastanza flessibili per potersi adeguare alle condizioni del tempo e approfittare delle opportunità che si possono incontrare lungo il percorso
  • Considerando la natura del viaggio, alcune parti potrebbero essere modificate per cause imprevedibili e sulla base di decisioni dello staff locale. Spese dovute a tali variazioni saranno a carico del partecipante. Naturalmente la guida farà il possibile per attenersi al programma originale
  • L’itinerario può essere rovesciato senza modificare il contenuto del programma
  • Le quote potrebbero variare in caso di aumento dei costi dei servizi, indipendenti dalla volontà dell’organizzatore

 

NOTA: E’ importante uno spiccato spirito di adattamento, le sistemazioni alberghiere sono lontane dagli standard europei e i pasti possono essere ripetitivi, seppure di qualità soddisfacente. Le strade possono essere in cattive condizioni con numerose buche o dislivelli. La connessione wifi è difficoltosa e disponibile solo nelle strutture alberghiere, a volte sporadica. Si consiglia un abbigliamento comodo, di colore chiaro, pantaloni lunghi e camicie-maglie con maniche lunghe per prevenire la puntura di insetti; cappello, occhiali da sole, crema solare, repellenti per le zanzare.


La quota comprende

  • Assistenza all’aeroporto di Bissau in arrivo e partenza
  • Trasferimenti e visite in: minibus/microbus o veicoli 4×4, potenti motoscafi adatti alla navigazione oceanica sull’Arcipelago delle Bijagos
  • Guida locale (parlante inglese; italiano se disponibile)
  • Tour e visite come da programma
  • Pernottamenti in camere standard, come da itinerario
  • Tutti i pasti come descritto, da colazione giorno 2 al pranzo giorno 9
  • Acqua minerale durante le visite
  • Ingressi ai parchi, concessioni, aree protette e siti di interesse culturale
  • Kit di pronto soccorso
  • Tutte le tasse
  • Telefono satellitare (solo in casi di emergenza)
  • Kit da viaggio GoWorld (zaino, volumi fotografici, porta abiti/trolley – secondo importo pratica)
  • L’assicurazione per l’assistenza medica (sino ad € 15.000), il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio (sino ad € 1.000), con possibilità di integrazione

La quota non comprende

  • I voli internazionali da/per Bissau
  • I pasti e le bevande non previste in programma
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”
  • Early check-in e Late check-out in hotel
  • Facchinaggio bagagli negli aeroporti e hotel
  • Le mance, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Tasse aeroportuali soggette a variazione
  • Le bevande ove non espressamente menzionate
  • Escursioni e visite non menzionate
  • Visto d’entrata in Guinea Bissau
  • Spese di carattere personale
  • Assicurazione integrativa annullamento viaggio
  • Assicurazione integrativa medico-bagaglio OPZ A: massimale spese mediche fino a 55.000 euro / bagaglio fino a 1.500 euro
  • Assicurazione integrativa medico-bagaglio OPZ B: massimale spese mediche fino a 155.000 euro / bagaglio fino a 1.500 euro
  • Assicurazione integrativa medico-bagaglio OPZ C: massimale spese mediche fino a 265.000 euro / bagaglio fino a 1.500 euro
  • Assicurazione integrativa GLOBY ROSSA
  • Quanto altro non espressamente indicato nella quota comprende od altrove nel programma
  • Quota d’iscrizione € 95
Bissau

Parque Nacional das Ilhas de Orango Anche se è composto da diverse altre isole (Ilha de Imbone, Ilha de Orangozinho, Ilha de Canogo e Ilha de Meneque), il cuore del Parque Nacional das Ilhas de Orango è il suo omonimo Ilha de Orango. I viaggiatori conoscono quest’ultimo come sito della Laguna Anôr, dove si possono […]

Eventi e festività Festività culturali, feste religiose e altri eventi tradizionali si celebrano in tutto il paese. La maggior parte delle feste locali come il Carnevale di Guinea-Bissau sono incentrate sull’arte e sulla musica, mentre i riti religiosi sono rispettati con attenzione da coloro che rispettano credenze musulmane, cristiane e altre indigene. La maggior parte […]

Passaporto e visto Passaporto: necessario, con validità residua di almeno tre mesi al momento dell’arrivo nel Paese. Per le eventuali modifiche a tale norma si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio. Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento […]

viaggio in Guinea

Sport Il calcio è lo sport più popolare in Guinea-Bissau. La nazionale è controllata dalla Federcalcio. La squadra è membro della Confederazione del calcio africano (CAF).   Gastronomia Il riso è un elemento fondamentale nella dieta dei residenti nei pressi della costa e il miglio, invece, per gli abitanti dell’interno. Frutta e verdura vengono generalmente […]

Popolazione Secondo le proiezioni mondiali sulla popolazione del 2010 delle Nazioni Unite, la popolazione della Guinea-Bissau è stata di 1.515.000 nel 2010, contro i 518.000 nel 1950. La percentuale della popolazione al di sotto dei 15 anni è stata del 41,3%, il 55,4% era tra i 15 ei 65 anni, mentre il 3,3% era di […]

Musica La musica della Guinea-Bissau è di solito associata al genere polyrhythmic gumbe, l’esportazione musicale primaria del paese. Il calabash è lo strumento musicale principale ed è utilizzato in musica dance estremamente rapida e ritmica. I testi sono quasi sempre in Creole, un linguaggio creolo portoghese e spesso sono divertenti e legati all’attualità. La parola […]

Economia Il PIL pro capite di Guinea Bissau è uno dei più bassi del mondo, e il suo indice di sviluppo umano è uno dei più bassi sulla terra. Più di due terzi della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà. L’economia dipende principalmente dall’agricoltura. Pesce, anacardi e arachidi sono le sue principali […]

Storia La Guinea Bissau era una volta parte del regno di Gabu, nell’Impero di Mali. Parti del regno persistevano fino al XVIII secolo. Altre zone del territorio sono state considerate dai portoghesi sotto il loro dominio. La Guinea portoghese era conosciuta come la Costa degli Schiavi, poiché era un’area importante per l’esportazione di schiavi africani […]


Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti

Manifestazioni che indicano l’attività umana risalenti alla prima età della pietra, circa 200.000 anni fa, sono state trovate nel Regno dello Swaziland. I dipinti d’arte preistorica sulla roccia sono datati circa 25.000 a.C.. I primi abitanti della zona erano cacciatori-raccoglitori di Khoisan. Sono stati in gran parte sostituiti dalle tribù Bantu durante le migrazioni di Bantu dalle […]

dakar

Località da visitare Dakar Nonostante la sua recente storia ne faccia un centro sostanzialmente moderno e abbastanza uniforme anche dal punto di vista stilistico-architettonico, Dakar è una città affascinante, con diversi monumenti da visitare e quartieri e mercati folkloristici, come il Marché de Kermel, in cui si può trovare dalle sculture africane ai tessuti, dai cesti di […]

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

Realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011