https://www.goafrique.it?p=30511
per informazioni: Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - [email protected]

Ghana, Festival e Cerimonie – 25 Aprile

Verso la modernità senza dimenticare la tradizione

Eventi Speciali: rito di iniziazione Dipo, Aboakyer e Akwasidae Festivals

Un viaggio speciale in compagnia di un’antropologa per scoprire come la tradizione e la modernità si tengano per mano in un Paese il cui continuo sviluppo rimane pressoché sconosciuto in Occidente. Scopriremo come riti e tradizioni continuino ad essere celebrati e mantengano una forte influenza nella mente delle persone. Dunque, parteciperemo a tre importanti festival celebrati da tre gruppi culturali differenti: uno religioso, uno istituzionale e uno socioculturale. Ogni anno, la popolazione Fanti ringrazia il dio di Winneba con il festival Aboakyer: “il festival della caccia al cervo”. Il popolo Ashanti è fiero delle sue origini e del proprio regno. Infatti, ogni sei settimane, celebra l’Akwasidae per mostrare il proprio rispetto verso il potere monarchico. Infine, ogni anno, la popolazione Krobo si riunisce nella “capitale” di Krobo-land: Akosombo per celebrare il rito di iniziazione femminile, il rito per diventare vere donne Krobo. Durante il viaggio, cercheremo di capire come le persone continuino a definire la propria identità attraverso le loro origini etnoculturali e allo stesso tempo si dichiarino e vivano come cittadini ghanesi. Per questo, ci immergeremo nella vivace e moderna capitale: Accra, perdendoci tra gallerie d’arte, pubs con musica dal vivo e il povero distretto di James Town: l’originario insediamento di Accra. Il Ghana ci fornirà il miglior contesto per comprendere come modernità e tradizione siano funzionali l’una per l’altra.

Minimo 2 – massimo 16 partecipanti

Partenza: 25 Aprile 2020

1° giorno

Italia - Accra (-/-/-)

Partenza dall’Italia per Accra con voli di linea, secondo disponibilità (costo del trasporto aereo non incluso nella quota base). Arrivo all’aeroporto e trasferimento in hotel. Tempo a disposizione e pasti liberi.
Sistemazione all’ Arrivo e trasferimento all’Hotel Villa Boutique o similare (tutte le camere con bagno privato e aria condizionata, piscina).

2° - 3° giorno

Dipo: Il rito di iniziazione femminile/Accra – Krobo: 100 km – 2 ore; diversi trasferimenti nella regione (B/L/D)

Prima colazione. Ci dirigiamo verso la regione di Krobo per assistere al Festival del Dipo, il più importante evento della regione.
Il Dipo è un rito di iniziazione femminile che ha lo scopo di trasformare una ragazza in una donna. L’entrata nel mondo delle adulte avverrà seguendo la tradizione e solo coloro che si sottoporranno a questo rito diventeranno (buone) mogli. Le ragazze affrontano diversi riti, test e prove per dimostrare sia la propria verginità che il loro essere pronte per diventare adulte.
Durante l’ultima parte del rito, le ragazze sono vestite elegantemente: perle colorate ricoprono le parti superiori altrimenti nude, mentre dalla vita alle ginocchia sono coperte da bellissimi tessuti.
Durante la cerimonia, le ragazze compaiono in pubblico nei loro vestiti da cerimonia, le loro teste sono rasate e un pezzo di rafia è legato intorno al loro collo ad indicare che sono le “Dipo-yi”. Il rito si compone di vari passaggi, come il bagno rituale al fiume, l’assaggio di certi cibi e soprattutto l’insegnamento dei compiti della donna. Una volta che il rito si è concluso, le iniziate tornano da un posto segreto ricoperte di collane di perle e bellissimi vestiti. E’ giunto il momento della celebrazione: sono le nuove nate! Il giorno dopo dovranno danzare per la comunità e le famiglie chiedendo soldi.
I Krobo sono ottimi produttori di perline di vetro ed il festival diventa il momento per esibire al pubblico le loro ricche, autentiche e bellissime collezioni di perle fatte a mano ormai diventate parte integrante della loro cultura.
Le perle di vetro, indossate durante le cerimonie tradizionali, vengono spesso soprannominate «perle Krobo» in quanto i monti Krobo sono la maggior area di produzione. Gli artigiani continuano a produrle con le stesse tecniche vecchie di secoli. Scarti di vetro vengono ridotti a polvere ed inseriti accuratamente in stampi sempre differenti, fatti di argilla e ricoperti di caolino. Cotte in forni di argilla le perline vengono rimosse, lavate e rifinite e in seguito verranno decorate ed infilate in collane o braccialetti.
In questi giorni potremo assistere anche ad una cerimonia vudù.
Un villaggio sperduto tra le alte erbe della savana, al ritmo sempre più ipnotico dei tam-tam e al suono dei canti incantatori qualche danzatore cadrà in una profonda trance: occhi ribaltati, smorfie, tensione muscolare, insensibilità al dolore o al fuoco. Sakpata, Heviesso, Mami Water e altri vudù palesano la loro presenza prendendo possesso dei loro adepti. In questo luogo, circondato dall’atmosfera incredibile delle celebrazioni Vudù, finalmente avremo la possibilità di comprendere ciò che il popolo afferma: “nelle vostre Chiese voi pregate Dio, noi nel nostro santuario Vudù diventiamo Dio !”
Pranzi in corso d’essursione.
Cena e pernottamento all’Afrikiko Resort o simile (tutte le camere con bagno privato e aria condizionata, piscina).

4° giorno

Akosombo – Accra/100 km – 2 ore (B/L/D)

Prima colazione. E’ giunto il momento di lasciare le terre Krobo per dirigerci verso la metropoli d’Africa: Accra, che sarà la nostra base per due giorni.
Oggi ci concentriamo su James Town: l’insediamento originale della capitale abitato dalla popolazione Ga. Oltre a goderne l’atmosfera, visiteremo i resti del periodo della tratta e l’antico faro. Cercheremo di visitare una delle tantissime palestre di boxe: lo sport popolare tra i giovani e infine visiteremo il James Town Café per vedere i progetti di sviluppo della comunità, i graffiti lungo la via e se sarà presente anche un’esposizione.
La giornata finisce con una visita a un laboratorio di costruttori di bare “fantasy”. Questi incredibili prodotti artigianali dai colori sgargianti hanno forme assolutamente inusuali: frutti, animali, pesci, vetture, aeroplani… il solo limite è l’immaginazione e la fantasia dei clienti… Iniziata in Africa, questa forma d’arte è approdata presto nei musei e oggi è apprezzata da collezionisti di tutto il mondo
Opzionale: Serata con musica dal vivo. Pranzo in corso d’escursione.
Cena e pernottamento all’Hotel Villa Boutique o similare (tutte le camere con bagno privato e aria condizionata).

5° giorno

Accra, West-End (B/L/D)

Prima colazione in hotel. Oggi ci dedichiamo all’anima moderna di Accra. Visiteremo alcune gallerie d’arte come Artists Alliance Gallery, Wild Gecko Handicrafts, Gallery 1957 etc.
Non vi sorprenderà che Accra sia il set di “an African city”: l’equivalente di “Sex and the city” creato da una donna ghanese. Visiteremo quindi negozi di design e vestiti dello show e se saremo fortunati incontreremo alcuni designers che ci spiegheranno del loro lavoro ad Accra. Pranzo in corso d’escursione.
In serata: cena con musica dal vivo.
Pernottamento all’Hotel Villa Boutique o similare (tutte le camere con bagno privato e aria condizionata).

6° giorno

Accra – Elmina, i castelli della tratta /157 km – 3,30 ore

Prima colazione. Proseguiamo verso la costa fino a raggiungere Elmina.
Visita di Elmina: nome legato alla storia dell’Africa, ma anche alla storia di tutta l’umanità. Nel 1482 Cristoforo Colombo e Bartolomeo Diaz arrivarono qui con una dozzina di caravelle per costruire un castello sotto l’autorità portoghese. Ecco l’inizio della storia d’Elmina: un castello, un porto, un villaggio, da cinque secoli in contatto con le popolazioni europee. Il castello che si visita oggi è il risultato dei lavori realizzati da Portoghesi, Olandesi, Inglesi e autorità locali. Nel corso della sua storia fu utilizzato come magazzino per l’oro, l’avorio, legno pregiato e purtroppo anche come punto di raccolta degli schiavi. Oggi è considerato Patrimonio dell’Umanità.
La città d’Elmina è un tipico porto di pesca con centinaia di grandi piroghe colorate che tutti i giorni affrontano l’oceano. I vicoli di quest’antico villaggio di pescatori ci faranno respirare un’atmosfera vivace e fuori dal tempo. Le antiche costruzioni portoghesi, oggi abitate dai locali, giacciono contrapposte ai templi delle “compagnie asafo”, in cui i guerrieri depositavano offerte votive. Pranzo in corso d’escursione.
Cena e pernottamento all’Anomabu Beach Resort o similare, resort fronte oceano con confortevoli bungalows sulla spiaggia (tutti i bungalows con bagno privato e aria condizionata).

7° giorno

Elmina – Winneba / 2 ore (B/L/D)

Prima colazione. La giornata inizia con la visita del forte di Cape Coast, costruito dagli Svedesi nel 1653. Riconosciuto dall’Unesco come patrimonio dell’umanità, accoglie ora un interessante museo sulla tratta degli schiavi. Da qui infatti partirono migliaia di prigionieri, rivenduti come schiavi ed utilizzati nelle piantagioni americane. La cittadina conserva ancora le tracce del passato coloniale. Sulle spiagge circostanti i pescatori perpetuano ancestrali tecniche di pesca, sfidando la furia dell’oceano per strapparvi abbondanti raccolte di pesce. In seguito ci muoveremo verso Winneba per assistere all’inizio dell’Aboakey quando i sacerdoti tradizionali e gli adepti si recano ai santuari per offrire le libagioni e continuano sfilando per la cittadina. Cammineremo per le strade non perdendo l’occasione di partecipare al clima festivo. Pranzo in corso d’escursione.
Cena e pernottamento al Blue Diamond Beach Resort o similare (tutte le camere con bagno privato e aria condizionata, piscina), Standard Bungalows.

8° giorno

Aboakyer Festival, Winneba - Kumasi / 250 km – 5 ore (B/L/D)

Prima colazione. Il nostro viaggio tra modernità e tradizione continua con l’Aboakyer Festival, conosciuto anche come “festival della caccia al cervo” è organizzato in onore del dio tribale di Winneba.
Durante la cerimonia, la divinità chiamata Penkye Otu, riceve un cervo in sacrificio.
La celebrazione nacque circa trecento anni orsono, quando Winneba venne abitata per la prima volta. In quel tempo gli abitanti posero l’insediamento sotto la protezione del loro Dio, che ancora oggi li protegge. La festa è la rappresentazione della loro gratitudine verso la divinità. Il festival Aboakyer coinvolge due gruppi: i Tuafo e i Dentsifo che competono tra di loro per addentrarsi velocemente nella boscaglia e cacciare per primi il cervo sacrificale. Armati solo di bastoni, il gruppo che per primo caccia il cervo ritorna di corsa verso casa intonando potenti canti di guerra e di vittoria. Il cervo viene presentato a Omanhene, il quale per tre volte posa il piede nudo sul corpo dell’animale. Al termine del rituale il cervo viene sollevato e trasportato da uomini e canti lungo le vie della cittadina. La destinazione è il santuario di Penkye Otu. L’atto finale della celebrazione riunisce i Tuafo e i Dentsifo che si recano insieme ad offrire il dono al loro dio.
Nel pomeriggio trasferimento verso Kumasi. Pranzo in corso d’escursione.
Cena e pernottamento al Miklin Hotel o similare (tutte le camere con bagno privato e aria condizionata, piscina).

9° giorno

Kumasi: Akwasidae Festival (B/L/D)

Prima colazione. Oggi parteciperemo all’ultimo festival del nostro viaggio: l’Akwasidae.
Nel calendario Ashanti, ogni anno alcuni giorni vengono riservati ad una particolare celebrazione presso il Palazzo Reale.
Durante la cerimonia il re siede sotto un grande e variopinto ombrello, indossa tessuti vivaci oltre ad antichi gioielli d’oro massiccio (i gioielli e le maschere in oro Ashanti fanno parte dei capolavori dell’arte africana). Davanti al monarca si apre uno stretto corridoio formato da portatori di spade e custodi dei coltelli rituali, guardiani armati di fucili ad avancarica, dignitari con ventagli di piume di struzzo. Ai lati del re siedono gli anziani e i consiglieri sotto l’autorità del "portaparola", il linguista regale, che tiene in mano i simboli del potere ricoperti d’oro. Mentre i cortigiani offrono i propri doni, i griot (cantastorie) recitano la storia dinastica dei re Ashanti. Suonatori di tamburi e di trombe d’avorio scandiscono il ritmo della celebrazione. Danzatrici corpulente, avvolte in tessuti rosso sgargiante, eseguono danze tradizionali caratterizzate da un’alternanza di movimenti delicati e di spostamenti rapidi da una parte all’altra della scena. La regina madre si unisce alla festa accompagnata dalla sua corte, tutta composta da donne. Questa cerimonia tradizionale si svolge in uno degli ultimi regni africani ad aver conservato gli antichi rituali. Vivremo l’atmosfera, il sapore, lo splendore dei grandi monarchi delle foreste.
Se le tempistiche ce lo permetteranno, visiteremo il centro culturale Ashanti, una ricca collezione di artefatti Ashanti ospitati in una riproduzione di una casa tradizionale. Pranzo in corso d’escursione.
Cena e pernottamento al Miklin Hotel o similare (tutte le camere con bagno privato e aria condizionata, piscina).

10° giorno

Kumasi – Accra / 250 km – 5 ore (B/L/-)

Prima colazione. Trasferimento ad Accra e sistemazione in hotel, day-use fino alle 18:00.
In serata trasferimento all’aeroporto di Accra per il volo di rientro.

11° giorno

Accra - Italia (-/-/-)

Partenza con volo di linea (costo del trasporto aereo non incluso nella quota base). Arrivo all’aeroporto di destinazione.

Quote per persona, a partire da:

PartenzaMin 2 partecipantiMin 6 partecipanti
DoppiaSupplemento singolaDoppiaSupplemento singola
Dal 25 Aprile 2020 al 5 Maggio 2020€ 3.448€ 548€ 2.769€ 548

Note

HOTEL PREVISTI (o similari):

  • Accra: La Villa Boutique Hotel 3*
  • Akosombo: Afrikiko Resort 3*
  • Anomabo: Anomabo Beach Resort 3*
  • Accra/Winneba: Blue Diamond Beach Resort 4*
  • Kumasi: Miklin Hotel 3*

 

NOTA: Le partenze sono  confermate a partire da un minimo di 2 persone fino a  60 giorni prima della partenza.

Dopo tale termine la quota verrà calcolata su richiesta e su base individuale.

 

NOTA: E’ importante uno spiccato spirito di adattamento, le sistemazioni alberghiere sono lontane dagli standard europei e i pasti possono essere ripetitivi, seppure di qualità soddisfacente. Le strade possono essere in cattive condizioni con numerose buche o dislivelli. La connessione wifi è difficoltosa e disponibile solo nelle strutture alberghiere, a volte sporadica. Si consiglia un abbigliamento comodo, di colore chiaro, pantaloni lunghi e camicie-maglie con maniche lunghe per prevenire la puntura di insetti; cappello, occhiali da sole, crema solare, repellenti per le zanzare.


La quota comprende

  • Assistenza all’aeroporto in arrivo e partenza
  • Trasferimenti e visite in minibus/microbus e/o veicoli 4×4
  • Tour Leader/Esperto parlante italiano e inglese
  • Tour e visite come da programma
  • Pernottamenti in camere standard, come da itinerario
  • Tutti i pasti come descritto: B=prima colazione L=pranzo D=cena
  • Una bottiglia di acqua minerale al giorno durante le visite, escluso ai pasti
  • Ingressi ai parchi, concessioni, aree protette e siti di interesse culturale
  • Kit di pronto soccorso
  • Tasse locali
  • Kit da Viaggio
  • L’assicurazione per l’ assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio

La quota non comprende

  • Voli internazionali
  • Visti e tasse aeroportuali
  • Pasti e/o escursioni turistiche diverse da quanto specificato nel programma
  • Acqua minerale e tutte le bevande nei ristoranti e negli hotel
  • Facchinaggio
  • Spese personali per foto e video
  • Mance per autisti, guide, cuochi e staff hotel
  • Qualsiasi spesa di natura personale quali telefonate, lavanderia etc.
  • Spese di consegna bagagli persi
  • Tutto quanto non menzionato nel programma
  • Quota d’iscrizione € 95

Grande Accra Mercato di Makola (The Kojo Thompson Road): è il mercato aperto più interessante, pittoresco e colorato del continente, dove il visitatore può ammirare le abilità delle commercianti del Ghana. Il Du Bois Center (22, First Circular Road, Cantonment): è un luogo importante per tutte le persone del Pan African World. L’Università del Ghana, Legon (14 […]

Eventi e festività Festival di Bugum Di origine islamica, questa festività si svolge all’inizio di gennaio e spesso si celebra con processioni e balli festivi accompagnati da vibranti tamburi. Si osserva principalmente nel nord del Ghana dove la popolazione è per lo più musulmana. Edina Buronya Celebrato dal popolo Elmina, questa festa si svolge ogni […]

Ghana

Passaporto e visto Passaporto: obbligatorio, con validità residua di almeno sei mesi. Per le eventuali modifiche a tale norma si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio. Il Ministero degli Affari Esteri del Ghana ha disposto che tutti coloro che giungeranno […]

Sport Il calcio è lo sport più popolare del paese. La nazionale maschile è conosciuta come Black Stars, gli under 20 come Black Satellites, gli under 17 come Black Starlets, mentre la nazionale olimpica è conosciuta come Black Meteors. Hanno partecipato a molti campionati, tra cui la Coppa delle Nazioni Africane, la Coppa del Mondo FIFA e […]

Letteratura Gli autori più importanti di Ghana sono romanzieri: JE Casely Hayford, Ayi Kwei Armah e Nii Ayikwei Parkes, che hanno ottenuto un riconoscimento internazionale con i loro libri, Ethiopia Unbound (1911), The Beautyful Ones Are Not Yet Born (1968) e Tail of the Blue Bird (2009). Oltre ai romanzi, anche il teatro e la poesia […]

Accra

Economia Il Ghana è un paese mediamente ricco di risorse naturali come minerali industriali, idrocarburi e metalli preziosi. È un’economia digitale emergente con una crescita del PIL del 8,7% nel 2012. L’obiettivo del piano economico, noto come “Ghana Vision 2020”, prevede che il Ghana sia il primo paese africano a diventare un paese sviluppato tra […]

Cultura Il Ghana è un paese di 24,6 milioni di persone, composto da decine di gruppi etnici nativi, come: gli Akans nel centro e nel sud del paese; i Ga-Adangbe, intorno e ad est di Accra; i Guang nella foresta pluviale; i Dagombas, i Mamprusi e le popolazioni del Nord; i Gurunsi nel Nord Est e i Gonjas nella regione […]

La sua diversa geografia e ecologia spazia dalla savana costiera alla giungla tropicale. Il clima del Ghana è tropicale. La costa orientale è calda e relativamente asciutta, l’angolo sud-occidentale del Ghana è caldo e umido, e il nord del Ghana è caldo e secco. Il Ghana si trova sul Golfo di Guinea, solo alcuni gradi […]

tour della Costa d'Avorio

Poco si conosce sui piccoli regni africani nella regione tra i fiumi Tano e Volta fino all’arrivo degli europei nel XV secolo. I navigatori portoghesi, che lavorano lungo la costa africana occidentale, raggiungono questa zona nel 1471 e costruiscono una fortezza a Elmina nel 1482. Già nel 1492 un pirata francese priva una nave portoghese del […]


Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 16 giorni / 14 notti

da € 2.704 - Voli esclusi

Durata: 15 giorni / 13 notti

da € 3.035 - Voli esclusi

Durata: 13 giorni / 11 notti

da € 2.585 - Voli esclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Ecosistemi diversi e culture antiche ancora presenti: tutto questo caratterizza l’arcipelago delle Bijagos. Scoprilo insieme a noi!

Grande Moschea di Djenné Nessun edificio sulla terra è più grande o più impressionante della grande Moschea di Djenné, la cui attuale struttura è stata eretta nel 1907. Oggi, la Grande Moschea è il fulcro della città vecchia di Djenné e un sito dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Ogni anno, la popolazione ripara i danni fatti durante le […]

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su