Storia del Ghana

Poco si conosce sui piccoli regni africani nella regione tra i fiumi Tano e Volta fino all’arrivo degli europei nel XV secolo. I navigatori portoghesi, che lavorano lungo la costa africana occidentale, raggiungono questa zona nel 1471 e costruiscono una fortezza a Elmina nel 1482. Già nel 1492 un pirata francese priva una nave portoghese del suo prezioso carico. Si trattava di un carico d’oro e questo episodio conferisce il nome europeo di Gold Coast per questa parte di Africa. Il commercio d’oro con gli europei rende possibile lo sviluppo nel primo Seicento di Akwamu, il primo stato africano a controllare una vasta parte della costa.
Durante il XVIII secolo la dominazione di Akwamu è sostituita da quella di un gruppo molto più potente, gli Ashanti, con il loro capoluogo a Kumasi. Da questo momento i britannici, gli olandesi e i danesi sono i principali commercianti europei in questa parte della costa e la merce più preziosa per l’esportazione non è l’oro ma gli schiavi.
Grazie al commercio degli schiavi gli Ashanti acquistano un grande potere locale. Il loro re, l’Asantehene, domina l’intera regione centrale del Ghana moderno. Ma gli Ashanti soffrono una serie di grandi attacchi tra il 1804 e il 1814, quando i danesi, i britannici e gli olandese, a loro volta iniziarono la tratta degli schiavi.
La tensione risultante porta alla guerra nel 1820 (con la sconfitta della forza britannica nel 1824) e ancora negli anni 1870. Nel 1874 un esercito britannico occupa brevemente Kumasi.
Nel frattempo, nelle regioni costiere, gli inglesi stanno gradualmente emergendo come il principale potere europeo. Le fortificazioni danesi (compreso l’imponente castello di Christiansborg a Accra) vengono conquistate dal governo britannico nel 1850. Gli ultimi commercianti olandesi abbandonano la costa nel 1870. Nel 1874 le regioni meridionali sono formalmente proclamate una colonia britannica, con il nome Gold Coast. Ma ci vogliono ancora tre decenni prima che il regno Ashanti e le sue dipendenze nel nord siano finalmente portate sotto controllo britannico.
Nel 1901, con effetto dal 1° gennaio 1902, Ashanti viene dichiarata colonia britannica. Le regioni più a nord diventano il protettorato dei territori settentrionali della Gold Coast.
In un primo momento si fa poco per coinvolgere la popolazione africana nei processi politici della colonia. Ma, negli anni immediatamente successivi alla Seconda Guerra Mondiale, la Gold Coast diventa la prima colonia dell’Africa sub-sahariana a vincere l’indipendenza. Il punto di svolta è il ritorno a casa nel 1947 di Kwame Nkrumah dopo dodici anni di studio e di politica radicale negli Stati Uniti e in Gran Bretagna.
Nkrumah viene invitato alla Gold Coast per diventare segretario generale della United Gold Coast Convention, un’organizzazione che si occupa di autogoverno. L’UGCC ha vinto (nel 1946) per la maggioranza africana nell’assemblea legislativa della colonia, ma la lotta è ora in corso per una quota di potere esecutivo.

Nkrumah e altri leader dell’UGCC furono arrestati nel 1948  ma rilasciati poco dopo. Una divisione all’interno del movimento porta Nkrumah a fondare il Partito della Convenzione del popolo nel giugno 1949, impegnato per ottenere un autogoverno immediato.
Dal gennaio 1950 Nkrumah organizza una campagna di proteste e di scioperi non violenti. Nelle prime elezioni generali della colonia, nel febbraio del 1951, il CPP vince con convinzione. Nkrumah diventa primo ministro nel 1952.
Nkrumah, ben consapevole del suo status alla testa della prima nazione africana occidentale che emerge dal colonialismo, sogna di portare il continente ad un futuro marxista. Ciò richiede una repubblica, che il Ghana diventa nel 1960 con Nkrumah presidente. Tuttavia, l’autoritarismo di Nkrumah, unito a un crollo dell’economia nazionale, porta ad un colpo di stato quando il presidente è in Cina nel 1966. È il primo di molti colpi di Stato, ma la nazione rimane fedele alla speranza di democrazia. In quattro decenni il Ghana crea tante nuove repubbliche.
Un’elezione dà il via alla seconda repubblica, nel 1969, e porta al potere Kofi Busia, professore universitario con una lunga esperienza nella politica ghanese come avversario di Nkrumah. Ma non è in grado di migliorare la performance economica del Ghana (indebolita dai bassi prezzi del cacao) e viene rimosso dagli ufficiali militari nel 1972.
Un regime militare governa negli anni successivi con una brutalità repressiva, sotto la leadership di due generali, Ignatius Acheampong e Frederick Akuffo. Ma nel 1979 un gruppo di giovani ufficiali guidato da Jerry Rawlings, un tenente dell’aviazione, prende il potere. Acheampong e Akuffo vengono eseguiti.

La terza repubblica, nel 1979, dura solo due anni. Dopo il secondo colpo di stato, Rawlings prende il potere, dirigendo un Consiglio provvisorio di difesa nazionale che ha lo scopo specifico di rinnovare la vita politica e economica della nazione. Rawlings si dimostra un leader efficace, ottenendo il sostegno internazionale per le sue politiche economiche.

Nel 1992 con le nuove elezioni, il Ghana si prepara per la sua quarta repubblica.
Rawlings trasforma il suo consiglio direttivo in un partito politico, il Congresso Nazionale Democratico. L’NDC vince quasi tutti i seggi del parlamento e Rawlings viene eletto presidente. Ma solo il 29% degli elettori votano, e la maggior parte dei partiti dell’opposizione boicottano le elezioni. Il risultato non può essere considerato un mandato popolare.
Tuttavia le elezioni nel 1996, alla fine del termine di quattro anni, sono complessivamente più significative. Ci sono altri candidati alla presidenza ma Rawlings conquista il 57% dei voti, al 40% il rivale più vicino, e l’NDC mantiene la sua maggioranza assoluta in parlamento.
Dopo due mandati come presidente eletto, Rawlings si ricandida per le elezioni presidenziali del dicembre 2000. È battuto dal leader dell’opposizione, John Kufuor.

Articoli che potrebbero piacerti

Una recente inchiesta ha affermato che è il Botswana il paese africano meglio governato. Ecco il perché!

Economia La valuta ufficiale è la New Metical (a partire dal novembre 2016, 1 USD è approssimativamente equivalente a 75 New Meticals), che ha sostituito i vecchi metical al tasso di un migliaio a uno. La vecchia moneta è stata rimborsabile presso la Banca del Mozambico fino alla fine del 2012. Gli US $, il […]

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

I nostri cluster: realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
ASTOI Fondo di Garanzia ASTOI