Simon’s Town, è una città vicino a Cape Town, in Sud Africa, situata sulle rive di False Bay.

Per più di due secoli è stata una base navale e un porto (prima per la Royal Navy e ora per la Marina Sudafricana).

La città prende il nome in onore di Simon van der Stel, un antico governatore della Colonia del Capo.

Il piccolo porto cittadino è protetto dalle onde da una diga costruita con migliaia di enormi blocchi di arenaria estratti dalla montagna.

Simon’s Town è ora a tutti gli effetti un vero e proprio sobborgo di Cape Town, infatti la stazione ferroviaria di Simon’s Town è il capolinea della Southern Line, una linea ferroviaria che corre a sud dal quartiere centrale degli affari di Città del Capo.

In alcuni punti, la linea ferroviaria in questione si snoda proprio lungo la ripida sponda orientale di False Bay e quando ci sono condizioni climatiche negative, alcune onde gonfiate dal vento, arrivano addirittura a bagnare i vagoni dei treni transitanti.

Una delle principali attrazioni di Simon’s Town è senza dubbio, la celebre Boulders Beach, situata pochi chilometri a sud dell’abitato, in direzione di Cape Point.

Si tratta di una delle spiagge più popolari della penisola sudafricana e dal 1982 ospita stabilmente una colonia di pinguini africani, chiamati anche pinguini dai piedi neri o pinguini jackass (asino), per via del loro verso caratteristico che somiglia al raglio di un asino.

Questa specie, vive e si riproduce esclusivamente nelle acque dell’Africa meridionale, per l’esattezza in Sudafrica e Namibia, nutrendosi di piccoli pesci, calamari e crostacei.

È un fatto notevole che i pinguini si siano stabiliti qui spontaneamente in un momento storico in cui la spiaggia era già frequentata dagli esseri umani, anche se bisogna precisare che i pinguini sono meglio avvistabili da Foxy Beach, dove alcune passerelle di recente costruzione permettono ai visitatori di posizionarsi a poca distanza da questi animali.

Tuttavia nonostante la spiaggia sia una meta di bagnanti, è vietato spingersi nella zona riservata alla colonia di pinguini, che tra l’altro sono considerati oggi una specie a rischio estinzione a causa dell’elevato inquinamento marino degli ultimi tempi, rappresentato in particolare dai sversamenti di petrolio e altri prodotti nocivi nelle acque del suo habitat.

La spiaggia prende il nome dalla presenza di alcuni “macigni” (boulder) di granito e appartiene all’area del Parco nazionale di Table Mountain.

Un luogo meraviglioso, reso ancora più sorprendente grazie alla presenza dei simpatici pinguini, che popolano questa spiaggia sudafricana.

Per conoscere tutti i nostri tour in Sudafrica cliccate qui!

 

Articoli che potrebbero piacerti

Una recente inchiesta ha affermato che è il Botswana il paese africano meglio governato. Ecco il perché!

Se volete ammirare la variegata fauna africana in tutta la sua bellezza, allora vi consigliamo di recarvi in Botswana e fare una visita al parco nazionale del Chobe!

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

I nostri cluster: realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
ASTOI Fondo di Garanzia ASTOI