Passaporti, sicurezza, situazione sanitaria, trasporti e numeri utili in Niger

Passaporto e visto

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi dal momento dell’arrivo nel Paese. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento: “Prima di partire / documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Visto di ingresso: obbligatorio, da richiedere presso le Autorità diplomatico/consolari del Niger presenti in Italia almeno un mese prima del viaggio.
Ai giornalisti si raccomanda di richiedere l’apposito visto per “giornalismo” presso la rappresentanza diplomatica del Niger in Italia. Si sconsiglia fortemente di entrare nel Paese per attività professionali se in possesso di un visto turistico.

Formalità valutarie e doganali: gli Euro sono accettati come mezzo di pagamento, mentre i Dollari USA -non accettati- sono facilmente convertibili. L’utilizzo di carte di credito è limitato alle banche. A causa dell’elevato rischio di frodi, si consiglia, comunque, di farne un uso cauto. Anche l’accettazione di Traveller’s cheques è limitata.
Limitazioni di esportazione: è vietata la raccolta e l’esportazione dal Paese di fossili, minerali, pietre, e altri reperti archeologici. Come misura di tutela del patrimonio archeologico nazionale, nel corso del 2009 le Autorità nigerine hanno ulteriormente intensificato i controlli doganali alle frontiere. Multe particolarmente severe sono previste in caso di violazione di tale limitazione.

Anche in ciò che concerne gli acquisti di artigianato locale e onde evitare problemi all’uscita dal Paese, si consiglia di farsi rilasciare una fattura di acquisto o e laddove possibile un certificato d’origine.


Sicurezza

INDICAZIONI GENERALI
Alla luce del quadro generale di insicurezza nell’intera area saheliana, interessata anche da fenomeni di matrice terroristica, si sconsigliano viaggi a qualsiasi titolo nel Paese. Il rischio di rapimenti e di atti di criminalità ai danni di cittadini occidentali è altissimo ed è diffuso a Niamey e in tutte le aree del Paese. Il 3 marzo 2017 è stato proclamato lo stato di emergenza per tre mesi, prorogato per ulteriori tre mesi dal 18 giugno 2017 nella regioni di Diffa, Tillaberi (dipartimenti di Ouallam, Ayorou, Bnakilare’, Abala e Baninbangoui) e di Tahoua (dipartimenti di Tassara e Tillia) a causa dell’aumento degli attacchi terroristici nel Paese.
A coloro che dovessero comunque decidere, sotto la propria responsabilità, di recarsi in Niger, si raccomanda di:
– segnalare la propria presenza all’Ambasciata d’Italia a Niamey (Niger) [email protected], attenendosi scrupolosamente ai suggerimenti forniti;
– registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo.

AVVERTENZE
Ai connazionali presenti a qualsiasi titolo nel Paese si raccomanda di:
– mantenere una condotta particolarmente vigile e prudente;
– evitare spostamenti non necessari;
– mantenere elevato il livello di allerta, anche nella Capitale;
– evitare i luoghi pubblici, abituale ritrovo di espatriati (ad esempio alberghi e ristoranti);
– evitare luoghi affollati, manifestazioni e assembramenti;
– evitare gli spostamenti al di fuori della capitale. Per chi risiede a Niamey i limiti geografici da non superare sono i posti di polizia ai varchi della città. Oltre tale perimetro ogni spostamento dovrà essere accompagnato da scorta armata;
– per chi viaggia per lavoro, limitare i soggiorni all’interno del Paese a due o tre notti al massimo, e di utilizzare, in caso di spostamenti verso le grandi città dell’interno, i voli delle Nazioni Unite (per i quali è necessario far registrare la propria organizzazione). Prima del viaggio si raccomanda di contattare le autorità locali per informarsi sugli ultimi sviluppi della situazione di sicurezza. Per città come Agadez e Zinder è necessario utilizzare una scorta armata anche per corti soggiorni. Si sconsiglia altresì di intraprendere viaggi nelle aree del Teneré, del Kawar e dell’Azawak, in particolare nelle zone al confine con Mali, Algeria, Libia, Ciad e Nigeria.
La criminalità comune è molto diffusa anche nella capitale Niamey. Si consiglia di tenere al sicuro denaro, passaporti, gioielli e cellulari. È assolutamente sconsigliato spostarsi di notte anche per la mancanza di illuminazione delle vie cittadine.
Si consiglia sempre di tenere alimentari in casa per 2/3 giorni. E’ altresì consigliato creare una zona sicura per la notte.
Le leggi del Paese sono improntate al rispetto della religione musulmana. Si raccomanda pertanto di rispettare le consuetudini locali e di tenere in conto della particolare sensibilità locale durante le feste religiose (specie durante il mese di Ramadan) e in tema di abbigliamento.
Le alluvioni che interessano soprattutto le regioni di Dosso- ad ovest del Paese- e Tillabery – al confine con il Mali e Burkina – oltre a tutto il tracciato del fiume Niger, possono raggiungere dimensioni considerevoli e negli ultimi anni hanno causato la morte di circa 50 persone. Nelle zone interessate permangono inoltre disagi e rischi legati alle precarie condizioni igienico-sanitarie.

NORMATIVE LOCALI RILEVANTI

Normativa locale prevista per uso e spaccio di droghe (leggere o pesanti): l’importazione, la detenzione e la vendita di droghe, anche leggere, è punita con pene detentive fino a dieci anni di reclusione. Il consumo è punito con pene detentive fino a tre anni.

Normativa locale prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori: per quanto riguarda la legislazione a protezione dei minori, esiste una normativa specifica:
-gli atti osceni sono puniti con la detenzione da 6 mesi a 3 anni;
-i reati sessuali nei confronti dei minori sono puniti con la detenzione da 2 a 10 anni;
-la violenza sessuale è punita con una pena che può variare dai 15 ai 30 anni.
Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione), secondo la legge italiana, vengono perseguiti al rientro in Italia.

In presenza di reati gravi, la polizia giudiziaria può procedere al sequestro del passaporto, al fine di impedire allo straniero di lasciare il territorio.
In caso di problemi con le autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di contattare l’Ambasciata d’Italia a Niamey (Niger) [email protected], competente per il Paese e il Consolato Onorario a Niamey per la necessaria assistenza.

INFORMAZIONI PER LE AZIENDE
In considerazione delle condizioni di insicurezza e di elevati rischi esistenti nel Paese, si consiglia alle aziende italiane che inviano tecnici o maestranze anche solo per brevi missioni nel Paese, di adottare specifiche misure di sicurezza e di attenersi alle disposizioni impartite dalle autorità locali in materia di trasferimenti di personale straniero.
E’ opportuno che le aziende informino preventivamente l’Ambasciata d’Italia a Niamey della loro intenzione di effettuare visite nel Paese


Situazione sanitaria

Strutture Sanitarie: ad eccezione di alcune strutture private di medio livello presenti a Niamey e a costi accessibili, il sistema sanitario è generalmente di basso livello e le condizioni igieniche molto precarie. In caso di problemi sanitari gravi è sempre necessaria l’evacuazione medica.
Esiste un discreto numero di farmacie nella capitale Niamey, provviste soprattutto di medicinali francesi. Si consiglia, comunque, di arrivare nel Paese muniti di medicinali essenziali.

Malattie presenti: sono numerose le malattie endemiche, soprattutto nelle zone rurali (colera, tifo, tubercolosi ecc.). La malaria è estesa su tutto il territorio inclusa la capitale Niamey. Sono riportate resistenze alla clorochina. Si consiglia la profilassi antimalarica, previo parere medico per la valutazione dei farmaci e delle modalità di assunzione.
Il Niger fa parte della cosiddetta “cintura della meningite”. E’ raccomandato, pertanto, il vaccino soprattutto ai viaggiatori che si recano nel paese durante la stagione secca (dicembre – giugno) in cui si assiste all’aumento dei casi di contagio.
Si consigliano in ogni caso, un aggiornamento del proprio stato vaccinale e, previo parere medico, le vaccinazioni contro meningite meningococcica, epatite A e B, tetano.
Al momento è in corso un evento epidemico di epatite E nella regione di Diffa, situata a sud-est del Paese ai confini con la Nigeria. Il Ministero della Salute, insieme alla Organizzazione Mondiale della Sanità, sta mettendo in atto tutte le misure di controllo previste. Si raccomanda particolare attenzione alle norme di igiene generale ed al consumo di cibo. Si consiglia la consulazione della pagina Salute in viaggio di questo sito, sezione “Malattie infettive più frequenti del viaggiatore” e sezione «Precauzioni durante un viaggio » .

Avvertenze Si consiglia di:
-evitare di mangiare cibi crudi;
-lavare e disinfettare accuratamente frutta e verdura;
-bere acqua e bibite in bottiglia, senza aggiungere ghiaccio;
-fare uso di prodotti repellenti e di indossare abiti che coprano la maggior parte del corpo durante le ore serali e notturne all’aperto.

Si raccomanda di stipulare prima della partenza una polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario (o il trasferimento in altro Paese) del paziente.

Vaccinazioni obbligatorie: obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla per i viaggiatori di età superiore ad un anno.


Trasporti e comunicazioni

Patente italiana. Dopo 90 giorni di soggiorno è necessario acquisire la patente nigerina (ad eccezione degli esperti della cooperazione internazionale).
Documenti per importazione temporanea
E’ richiesto il carnet di passaggio in dogana per veicoli importati temporaneamente.
Ulteriori informazioni al sito ACI.


Indirizzi e numeri utili

Ambasciata d’Italia a Niamey (Niger)
E-mail: [email protected]

Vigili del fuoco numero rapido 18
Vigili del Fuoco Niamey – Tel. :00227 20.73.21.13
Emergenze sanitarie – Tel. : 00227 72.31.41

Polizia:
Numero rapido: 17
(COMMISSARIATO CENTRALE) Tel. :00227 20.73.25.53
Sezione stradale (incidenti) Tel. : 00227 20.73.97.05
Gendarmeria Niamey – Tel. : 00227 20.72.34.51

Ospedali:
CLINIQUE GAMKALLEY – Centralino : 00227 20 73 20 33; Urgenze 00227 20 73 46 39
CLINIQUE PASTEUR – Tél. : 00227 20 72 50 16
CLINIQUE KABA – Tél. : 00227 20 73 21 08
CLINIQUE MAGORI – Tél. : 00227 20 74 12 91 / 20 74 33 47
HÔPITAL NATIONAL DE NIAMEY centralino: Tel.: 00227 20 72 24 42; 00227 20 72 22 53

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 10 giorni / 7 notti

da € 1570 - Voli esclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Eventi e festività Festival di Medina tunisino: Il teatro comunale nel cuore di Tunisi è il luogo principale di questo festival, che si tiene nella capitale tunisina durante il mese santo di Ramadan, che può cadere in qualsiasi momento dell’anno. Oltre alla solita serie di cerimonie religiose che normalmente si svolgono nelle città musulmane durante […]

Sport Il calcio è lo sport più popolare in Malawi. È giocato dai ragazzi a tutti i livelli. Il netball è da tempo uno sport popolare per le scolaresche. Il Malawi è un membro della Federazione Internazionale di Netball ed è attualmente al quinto posto a livello internazionale. La nazionale di netball del Malawi si […]

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

I nostri cluster: realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
ASTOI Fondo di Garanzia ASTOI