Passaporti, sicurezza, situazione sanitaria, trasporti e numeri utili in Ciad

Passaporto e visto

Passaporto: necessario. Per eventuali modifiche a tale norma, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata del Ciad a Parigi o il Consolato del Ciad a Bruxelles o presso il proprio Agente di viaggio.

Visto di ingresso: necessario. Non essendo presente l’Ambasciata del Ciad a Roma, i visti devono essere richiesti – anche tramite agenzia di viaggio – presso le Ambasciate del Ciad accreditate nell’Unione Europea. Attualmente sono operanti le sole Rappresentanze di Parigi e Bruxelles. In casi di emergenza e comunque almeno dieci giorni prima della partenza, si consiglia di contattare il Consolato Onorario italiano a N’Djamena per verificare la possibilità di ottenere un visto d’ingresso direttamente all’aeroporto internazionale in loco.
I visti d’ingresso per motivi di lavoro si ottengono direttamente a N’Djamena attraverso l’impresa che opera in Ciad.

 

Sicurezza

Sono sconsigliati viaggi in Ciad se non per motivi di effettiva necessità.

A coloro che dovessero recarsi nel Paese sotto la propria responsabilità si raccomanda di registrarsi sul sito https://www.dovesiamonelmondo.it/home.html e di segnalare la propria presenza in anticipo al Vice Consolato d’Italia a N’Djamena e all’Ambasciata d’Italia a Yaoundè.
Rimane in vigore lo stato di emergenza per il Lago Ciad.
Sono fortemente sconsigliati gli spostamenti nelle aree al confine con la Libia, la Nigeria, il Niger e la Repubblica Centrafricana; nelle aree confinanti con il lago Ciad incluse le regioni di Kanem e Lac a ovest della città di Mao e di Bol; nelle aree fino a 30 km dal confine fra il lago Ciad e il Camerun inclusa la città di Léré; nelle regioni di Sila, Wadi Fira, Ennedi, Tibesti e nella regione di Ouaddaï con l’eccezione della città di Abéché; nella regione di Borkou eccetto la città di Faya Largeau.

Le elezioni presidenziali si sono svolte il 10 aprile 2016. L’8 agosto 2016 ha avuto luogo la cerimonia di formale investitura del Presidente Idriss Deby Itno. Rimane in forza, soprattutto nella capitale, un massiccio spiegamento dell’apparato di sicurezza. A seguito di diverse manifestazioni di protesta, le forze dell’ordine sono intervenute con conseguenze a volte tragiche. Nonostante il clima appaia adesso meno teso, si raccomanda di essere vigili ed evitare eventuali eventi politici, proteste o manifestazioni di qualsiasi genere.

Permane in tutto il Pese un’elevata minaccia di terrorismo, di attacchi suicidi, di aggressioni, e di sequestro di persona. Gli attacchi potrebbero colpire obiettivi di rilievo economico ed istituzionale. infrastrutture pubbliche (ponti etc.) ed anche i luoghi frequentati da stranieri, come ristoranti, bar, mercati, alberghi, centri commerciali e luoghi di culto, quale rappresaglia a seguito dell’intervento militare in Mali e del coinvolgimento del Ciad, aiutato da Paesi occidentali, nella lotta regionale per il contrasto a Boko Haram.

Rapine a mano armata, in particolare alle automobili, sono frequenti nelle zone residenziali di N’Djamena. Gli stranieri sono a volte presi di mira. Si raccomanda di essere vigili e prestare particolare attenzione nella capitale. Tenere sempre le porte chiuse e finestre chiuse. Non trasportare grosse somme di denaro, gioielli o altri oggetti di valore. Evitare le zone isolate o meno sviluppate delle città e non viaggiare da soli di notte. Ci sono stati una serie di rapimenti nel Ciad orientale che hanno coinvolto i lavoratori di organizzazioni non governative e uomini d’affari.

La guida su strada può essere pericolosa a causa dello stato delle strade e della qualità media di guida. Si raccomanda di mettersi immediatamente in contatto con la polizia o altro ente locale subito se si è coinvolti in un incidente, e di non uscire dal veicolo. Per i viaggi al di fuori della capitale, è necessario l’autorizzazione da parte del Ministero degli Interni, che normalmente viene concessa senza difficoltà dopo pochi giorni. Le strade sono vetuste e spesso impraticabili durante la stagione delle piogge (luglio-ottobre), in particolare nel sud.

Si dovrebbe viaggiare in convoglio, tenere le porte chiuse a chiave e portare con se stessi carburante di riserva. Posti di blocco della polizia sono comuni: può essere chiesto di mostrare il passaporto, la patente di guida, e i documenti di immatricolazione dei veicoli. Si raccomanda di non viaggiare su strada dopo il tramonto.

Avvertenze
Si consiglia di:
-evitare assolutamente spostamenti notturni;
-fermarsi ai blocchi di polizia e mostrarsi cortesi e concilianti;
-usare i mezzi pubblici (taxi collettivi) con cautela e solo se strettamente necessario;
-evitare di esibire oggetti di valore quali gioielli, orologi, denaro, ecc.
-portare con sé solo piccole somme di denaro in contanti;
-non fermarsi e raggiungere il più rapidamente possibile il posto di polizia più vicino in caso di incidente con danni a persone;
-girare esclusivamente con le fotocopie certificate dei documenti, lasciando gli originali custoditi in albergo;
-registrare i dati relativi al viaggio che si intende effettuare nel sito: Dove siamo nel mondo.

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga (leggera o pesante): l’uso e lo spaccio di sostanze stupefacenti sono severamente puniti dalla legge.

Normativa locale prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori: i reati e gli abusi sessuali contro i minori sono severamente puniti dalla legge locale. Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

Sono frequenti nel Paese controlli da parte della Polizia stradale.

In caso di problemi con le Autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di informare il Consolato Onorario di N’Djamena o l’Ambasciata d’Italia a Yaoundè per la necessaria assistenza.

 

Situazione sanitaria

Strutture sanitarie: il Paese presenta strutture sanitarie inadeguate rispetto agli standard europei; si sconsiglia, quindi, di sottoporsi a trattamenti o interventi chirurgici in loco. La reperibilità dei farmaci di base è scarsa. Si consiglia pertanto di portare con sé una scorta di farmaci per le emergenze e per specifiche patologie di cui si sia affetti. E’ consigliabile stipulare un’assicurazione medica che copra spese sanitarie incluse quelle di rimpatrio aereo e di un eventuale trasferimento in altro Paese.
In caso di urgenze, è possibile rivolgersi all’Ospedale “Il Buon Samaritano” di N’Djamena, gestito da religiosi italiani, al centro medico dell’Ambasciata francese e al servizio medico militare della base francese a N’Djamena.
Malattie presenti: rischio malarico. Si consiglia, previo parere medico, la profilassi antimalarica. Si consiglia anche di adottare, durante la permanenza nel Paese, misure preventive contro le punture di zanzara indicate nelle “Info Sanitarie– Misure preventive contro malattie trasmesse da punture di zanzara” sulla home page di questo sito.
Il tasso di sieropositività HIV è ufficialmente del 14% negli ambienti a rischio.
Nel 2010 si sono registrati diversi casi di infezione da colera con un centinaio di decessi.
Le Autorità sanitarie locali hanno effettuato una vasta campagna di prevenzione tra la popolazione adottando varie misure tra le quali la proibizione della vendita dell’acqua in sacchetti o sfusa, l’intensificazione delle operazioni di disinfestazione nelle abitazioni e nei luoghi sospetti di contaminazione.

Avvertenze: Si consiglia la massima cautela nell’alimentazione evitando cibi crudi, verdure non lavate, acqua della rete urbana, ghiaccio nelle bevande.
Vaccinazioni obbligatorie: Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatorio per i viaggiatori provenienti dai Paesi a rischio di trasmissione della malattia.

 

Trasporti e comunicazioni

Trasporti: le vie di comunicazione sono difficili in tutto il Paese. Le strade asfaltate sono poche e le piste divengono impraticabili nella stagione delle piogge (da marzo –aprile a ottobre-novembre), principalmente al sud. Nel nord del Paese le strade sono ancora insicure per la presenza di mine.
Vi sono mezzi di trasporto collettivi (minibus, taxi di foresta) che collegano le varie località del Paese, ma occorre accertarsi che tali mezzi rispondano alle elementari norme di sicurezza. Il carburante non è sempre reperibile nelle città più importanti ed è difficile trovarlo al di fuori degli agglomerati. Si consiglia di fare scorta di carburante e di viaggiare in convogli all’interno del Paese.

Aeroporti Internazionali: da N’Djamena sono assicurati i collegamenti con l’Europa. La nuova compagnia nazionale “Toumai Air Chad” assicura diversi collegamenti settimanali con Bangui, Douala e Cotonou. I voli interni sono assicurati da piccole compagnie private. Si raccomanda la massima cautela nell’effettuare voli con aerotaxi di piccole compagnie private, generalmente carenti nella manutenzione e non sempre attrezzati per voli notturni.

 

Indirizzi e numeri utili

Nel Paese non è presente un’Ambasciata italiana. L’Ambasciata d’Italia competente per il Ciad si trova in Camerun.

AMBASCIATA D’ITALIA YAOUNDE’
Plateau Bastos B.P. 827- Yaoundè
Prefisso telefonico: 00237
Tel. 22203376 – 22212198. – Fax: 22215250
e-mail: [email protected]
sito web: www.ambyaounde.esteri.it
cellulare reperibilità sede per urgenze: 77709631

VICE-CONSOLATO ONORARIO D’ITALIA N’DJAMENA
Vice Console: dott.ssa Ermanna Favaretto Delacroix
Tel.Ufficio: satellitare 00873764597613
Tel.: (+235) 66236984
Fax: (+235) 2580278
E-mail: [email protected]
[email protected]

Polizia:17
Pompieri: 18
Gendarmeria Nazionale 2524644
Ospedale Generale a N’Djamena 252 90 37
Ambulanze: 252 77 26

Articoli che potrebbero piacerti

Cultura A causa della grande diversità culturale del Sudan, è difficile classificare le culture tradizionali dei vari popoli. Le società tradizionali del Sudan hanno diverse caratteristiche linguistiche, etniche, sociali, culturali e religiose. E, sebbene le comunicazioni migliorate, l’aumento della mobilità sociale ed economica e la diffusione di un’economia monetaria abbiano portato ad un allentamento generale […]

Sport Numerosi passatempi tradizionali sono emersi in Madagascar. Moraingy, un tipo di combattimento a mani nude, è uno spettacolo popolare nelle regioni costiere. Esso è tradizionalmente praticato dagli uomini, ma le donne hanno recentemente cominciato a partecipare. In molte regioni un lottatore, chiamato savika o tolon-ombya, sfida uno zebù. Oltre agli sport, si svolgono una […]

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

I nostri cluster: realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
ASTOI Fondo di Garanzia ASTOI