Musica e gastronomia in Rwanda

Musica

La musica tradizionale e la danza sono insegnate in gruppi di danza “amatoriale”, che si trovano in tutto il paese. Il più famoso di questi è il Ballet National Urukerereza, creato nei primi anni ’70 per rappresentare il Rwanda in eventi internazionali. Sono anche famose le troupe di Amasimbi n’amakombe e Irindiro.

L’ikinimba è forse la tradizione musicale più seguita. È una danza che racconta le storie degli eroi e dei re del Rwanda, accompagnati da strumenti come l’ingoma, l’ikembe, iningiri, umuduri e inanga. L’inanga, uno strumento a corde simile alla lira, è stato suonato da molti dei più noti esecutori del paese, tra cui Rujindiri, Sebatunzi, Rwishyura, Simparingoma, Sentoré, Kirusu, Sophie e Viateur Kabarira e Simon Bikindi.

Jean-Paul Samputu, insieme al suo gruppo Ingeli, ha vinto due premi Kora (premi Grammy africani) per “Artista più promettente” e “Miglior artista tradizionale” nel 2003 per le performance di musica neo-tradizionale. Il gruppo diffonde il messaggio cristiano di pace e riconciliazione e aiuta a raccogliere fondi per i molti orfani del Rwanda. Nel 2007 Samputu ha portato dodici orfani, conosciuti come Mizero Children of Rwanda, in visita negli Stati Uniti e in Canada. Cyprien Kagorora è stato nominato per un Kora Award 2005 nella categoria “Miglior artista tradizionale”. È tra le voci maschili più riconoscibili del Rwanda.


Gastronomia

Molti Rwandesi mangiano carne solo poche volte al mese. Per coloro che vivono nei laghi e hanno accesso ai pesci, la tilapia è popolare. La patata, introdotta in Rwanda da coloni tedeschi e belgi, viene consumata e coltivata nelle città di Gitarama e Butare.
Ugali (o bugali) è un impasto fatto di mais e acqua, dalla consistenza simile al porridge che viene consumato in tutta l’Africa orientale. Isombe è costituito da foglie di manioca servite con pesce essiccato.
Matoke è un piatto fatto di platano cotto. Ibihaza è composto da zucca tagliata a pezzi, mescolata a fagioli e poi bolliti.
Nei ristoranti nella capitale di Kigali, i locali e gli stranieri mangiano una varietà di piatti internazionali, tra cui indiani, cinesi, italiani e africani. In altre città la cucina è più semplice, spesso composta da pollo, pesce, capra o bistecca servita con riso o patatine fritte.

Articoli che potrebbero piacerti

Economia L’economia dell’Egitto dipende principalmente dall’agricoltura, dai media, dalle importazioni di petrolio, dal gas naturale e dal turismo. Più di tre milioni di egiziani lavorano all’estero, soprattutto in Libia, Arabia Saudita, Golfo Persico e Europa. Il completamento della diga dell’Aswan nel 1970 e il risultato lago Nasser hanno modificato il luogo rispetto al tempo del […]

L’Etiopia è uno dei paesi più antichi del mondo, la sua estensione territoriale è variata nel corso del tempo. In passato rimase concentrata intorno ad Aksum, capitale imperiale situata nella parte settentrionale dello Stato moderno, a circa 160 km dalla costa del Mar Rosso. Il territorio attuale è stato consolidato nel corso dei secoli XIX […]

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

I nostri cluster: realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
ASTOI Fondo di Garanzia ASTOI