Letteratura, musica, film e curiosità in Marocco

Letteratura

Tre generazioni di scrittori hanno particolarmente formato la letteratura marocchina del XX secolo. La prima era la generazione che ha vissuto e scritto durante il protettorato (1912-56), il suo rappresentante più importante è Mohammed Ben Brahim (1897-1955). La seconda generazione è stata quella che ha svolto un ruolo importante nella transizione all’indipendenza con scrittori come Abdelkrim Ghallab (1919-2006), Allal al-Fassi (1910-1974) e Mohammed al-Mokhtar Soussi (1900-1963). La terza generazione è quella degli scrittori degli anni Sessanta. La letteratura marocchina poi fioriva con scrittori come Mohamed Choukri, Driss Chraïbi, Mohamed Zafzaf e Driss El Khouri. Questi scrittori erano un’influenza importante per i molti romanzieri, poeti e drammaturghi marocchini a venire.
Durante gli anni ’50 e ’60 il Marocco era anche un rifugio per gli scrittori provenienti dall’estero come Paul Bowles, Tennessee Williams, Brion Gysin, William S. Burroughs e Jack Kerouac.
Nel 1966 un gruppo di scrittori marocchini fondò una rivista denominata Souffles che fu proibita dal governo nel 1972, ma dava impulso alla poesia e alle moderne opere romantiche di molti scrittori marocchini.


Musica

Dagli antichi pezzi popolari delle comunità montuose berbere alla musica araba-andalusa delle città,la musica è l’espressione ultima della cultura del Marocco.

Musica berbera
I berberi sono i primi abitanti noti dell’angolo nord-occidentale dell’Africa. Nel corso dei secoli monopolizzarono il commercio di sale, oro e schiavi e diffondevano la loro cultura in tutta la regione. Ci sono tre categorie principali della musica berbera.

In una scena tipica, un’intera comunità si riunisce all’aperto per cantare e ballare in cerchio intorno a un gruppo di tamburi (bendir) e flauti (nair). Le danze più note sono l’ahouache e l’ahidus. Negli ultimi venti anni molti maestri di bumzdi e ahouache sono diventati popolari a livello nazionale.
La musica rituale berbera è spesso caratterizzata da tamburi e battiti di mani a ritmo. Viene usato nei riti del calendario agricolo – come ad esempio i moussems – così come in occasioni come il matrimonio. Viene eseguita anche la musica rituale per aiutare a trattare gli spiriti maligni.

Nelle montagne dell’Alas gruppi di musicisti, chiamati imdyazn, viaggiano durante l’estate e si esibiscono nelle piazze dei villaggi e nei souk settimanali. Un leader improvvisa poesie che raccontano momenti di attualità. Percussioni, rabab e clarinetto accompagnano il cantante. Il clarinettista agisce anche come clown degli ensemble.

Rwais
I Rwais sono gruppi di musicisti Cheuh dalla valle di Sous che eseguono una sorta di musical teatrale che coinvolge poesie, abiti e gioielli. Si esibiscono durante le celebrazioni ed eseguono il loro repertorio e fanno anche improvvisazione. Gli ensemble femminili sono chiamati raysat.

Musica andalusa
La tradizione classica araba-andalusa del Marocco si è evoluta 1000 anni fa nella Spagna moresca e può essere ascoltata, con variazioni, in tutto il Nord Africa. L’invenzione è affidata a Ziryab, la cui più grande novità è stata la suite classica nuba, che costituisce la base di al-ala (musica andalusa). Sebbene abbastanza d’elite, la musica Andalusa è ancora molto viva e viene regolarmente eseguita sulla TV nazionale.


Film

Aida (2015)
Ali Zaoua, prince de la rue (2000)
Amok (1983)
Anneaux d’or (1959)
The Beach of Lost Children (1991)
Children of the Sun (1962)
God’sHorses (2012)
Guerre dupétrole n’aura paslieu, La (1975)
Magique, Le (1996)
Marock (2005)
Marouf, the Cairo Cobbler (1947)
A Mile in My Shoes (2016)
Mille mois (2003)
The Sea IsBehind (2015)
Starve Your Dog (2015)


Curiosità

Il Marocco è un paese esotico situato nella parte nord-occidentale del continente africano. Sono diversità e ricchezza culturale che fanno dal Marocco uno dei paesi più interessanti da visitare.

Il Marocco è il paese perfetto per trascorrere da 1 a 2 settimane, ma grazie alla sua grande estensione territoriale e alla diversità culturale e naturale, c’è la possibilità di viaggiare per un mese intero.

Marocco e Spagna sono separati da un piccolo canale d’acqua che collega l’Oceano Atlantico al Mar Mediterraneo. Questo passaggio è chiamato Stretto di Gibilterra.

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 10 giorni / 7 notti

da € 2060 - Voli inclusi

Durata: 10 giorni / 7 notti

da € 2380 - Voli esclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Cultura Oltre a riferirsi alla lingua dei gruppi dominanti del Botswana, Setswana è l’aggettivo utilizzato per descrivere le ricche tradizioni culturali del Botswana, sia che si tratti dei gruppi etnici che di tutti i cittadini. In Botswana le tribù hanno diversi modi per salutarsi, ma per una comunicazione più facile usano una stretta di mano in […]

Grande Moschea di Djenné Nessun edificio sulla terra è più grande o più impressionante della grande Moschea di Djenné, la cui attuale struttura è stata eretta nel 1907. Oggi, la Grande Moschea è il fulcro della città vecchia di Djenné e un sito dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Ogni anno, la popolazione ripara i danni fatti durante le […]

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

I nostri cluster: realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
ASTOI Fondo di Garanzia ASTOI