Cultura e religione in Zambia

Cultura

Prima dell’istituzione dello Zambia moderno, i nativi vivevano in tribù indipendenti, ciascuno con i propri modi di vita. Uno dei risultati dell’epoca coloniale era la crescita dell’urbanizzazione. Diversi gruppi etnici hanno iniziato a vivere insieme in città e città, influenzando l’un l’altro e adottando un sacco di cultura europea. Le culture originarie sono sopravvissute in gran parte nelle zone rurali. Nell’ambiente urbano c’è una continua integrazione e evoluzione di queste culture per produrre quello che oggi è chiamato “cultura zambiana”.
Le arti tradizionali popolari sono prevalentemente in ceramica, cesti, sgabelli, tessuti, stuoie, sculture in legno, sculture in avorio, artigianato e artigianato di rame. La maggior parte della musica tradizionale zambiana si basa su tamburi (e altri strumenti a percussione) con un sacco di canti e balli. Nelle aree urbane sono molto popolari i generi stranieri della musica, in particolare rumba congolese, musica afroamericana e reggae giamaicano. Diversi artisti di rock psichedelici sono emersi negli anni ’70 per creare un genere noto come Zam-rock, tra cui WITCH, Musi-O-Tunya, Rikki Ililonga, Amanaz, Peace, Chrissy Zebby Tembo, Blackfoot e la famiglia Ngozi.

Religione

Zambia è ufficialmente una nazione cristiana secondo la costituzione del 1996, ma esistono un’ampia varietà di tradizioni religiose. I pensieri religiosi tradizionali si fondono facilmente con le credenze cristiane in molte delle chiese sincretiche del paese. Circa tre quarti della popolazione è protestante mentre circa il 20% segue il cattolicesimo romano. Le denominazioni cristiane includono il cattolicesimo, l’anglicanismo, il pentecostalismo, la nuova Chiesa apostolica, il luteranesimo, i testimoni di Geova, la Chiesa avventista di sette giorni, la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, i Branhamiti e una varietà di denominazioni evangeliche.
Questi crescono, regolarono e prosperarono dagli insediamenti missionari originari (portoghesi e cattolici ad est del Mozambico) e l’anglicanesimo (influenze britanniche) dal sud. Tranne alcune posizioni tecniche (ad esempio medici), i ruoli missionari occidentali sono stati assunti da credenti nativi. Dopo che Frederick Chiluba (un cristiano pentecostale) divenne presidente nel 1991, le congregazioni pentecostali si sono estese notevolmente in tutto il paese. Lo Zambia ha una delle più grandi percentuali di Adventisti del settimo giorno pro capite nel mondo, che rappresentano circa 1 su 18 zambiani. La Chiesa luterana dell’Africa Centrale ha oltre 11.000 membri nel paese.
Uno in 11 Zambia è membro della Chiesa Nuova Apostolica. Con l’appartenenza superiore a 1.200.000 il distretto dello Zambia della chiesa è il terzo più grande dopo il Congo Oriente e l’Africa orientale (Nairobi).
La popolazione bahá’í dello Zambia è oltre 160.000, o l’1,5% della popolazione. La Fondazione William Mmutle Masetlha gestita dalla comunità Baha’i è particolarmente attiva in settori quali l’alfabetizzazione e l’assistenza sanitaria primaria. Circa l’1% della popolazione è musulmana, la maggior parte dei quali vive nelle aree urbane e svolge un grande ruolo economico nel paese. Ci sono circa 500 persone che appartengono alla setta Ahmadiyya. C’è anche una piccola comunità ebraica, composta principalmente da Ashkenazis.

Articoli che potrebbero piacerti

Moschea di Zitouna (Jemaa ez-Zitouna) La moschea di Aghlabite risale all’VIII secolo, ed è la più grande moschea della Tunisia; il minareto quadrato distintivo è stato aggiunto molto più tardi del XIX secolo. I non musulmani non hanno accesso alla moschea , ma possono entrare solo in una piattaforma di visualizzazione sul bordo del cortile. […]

Passaporto e visto E’ necessario il passaporto con validità residua di almeno tre mesi. Se si resta nel Paese oltre i 90 giorni consentiti, è necessario chiedere, tramite il Posto di Polizia territorialmente competente, un permesso di soggiorno, motivandone le ragioni. Per i casi che presentano una validità residua del passaporto inferiore ai 90 gg., […]

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

I nostri cluster: realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
ASTOI Fondo di Garanzia ASTOI